Ven, 26 Febbraio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Colines, l’eccellenza nella trasformazione delle materie plastiche

Il ceo Eraldo Peccetti e il dottor Gabriele Peccetti area manager e responsabile marketing

L’azienda Colines nasce nel 1973 e si espande nei primi anni ’80 con l’ingresso dell’attuale ceo Eraldo Peccetti, che ha portato in azienda un know how sviluppato con la pluriennale esperienza maturata precedentemente tra l’Italia e l’estero. Da allora l’azienda è cresciuta in modo graduale ma continuo, fino a raggiungere un ottimo livello di immagine e attività a livello mondiale.

Colines opera in un mercato di nicchia, progettando e costruendo macchine ed impianti per la trasformazione delle materie plastiche, film o pellcole di vari strati per la conservazione nel settore del food, in quello medicale e industriale. I macchinari infatti sono utilizzabili in settori differenti, perché trasformano le resine rendendole utilizzabili nel packaging.

Colines è stata più volte premiata, rientrando due volte tra le prime 500 PMI non quotate in una classifica che comprende 17 mila realtà, e che premia l’innovazione, la crescita di fatturato e il numero di dipendenti. Recentemente, l’azienda ha ricevuto un altro riconoscimento, inserendosi tra le prime mille in Europa non quotate con lo stesso tipo di valori della classifica illustrata precedentemente.

Colines è impegnata nell’ambito dell’economia circolare: la vera sfida del giorno d’oggi, pienamente raccolta dall’azienda, è quella di riuscire a massimizzare la circolarità, costruendo impianti che possano performare i prodotti a basso spessore con un risparmio notevole di materie plastiche da un lato, ma mantenendo sempre ottime performance dall’altro.

Colines ha 48 brevetti e 41 marchi registrati e dal 2013 al 2019 l’azienda ha triplicato il proprio fatturato grazie soprattutto agli investimenti in ricerca e sviluppo. Un motivo di grande orgoglio, un risultato ottenuto grazie al continuo spingere sull’innovazione, sull’assistenza post vendita puntuale, soprattutto all’estero considerando che l’azienda esporta oltre il 95% della produzione, e su una struttura organizzativa di livello per essere sempre sul pezzo.

L’azienda rientra nell’elenco Ateco, perciò è riuscita a non chiudere durante la pandemia: in quel particolare frangente l’obiettivo è stato fare assistenza post vendita avviando linee complesse grazie all’aiuto offerto dal remoto. Inoltre, dal lato marketing gli esperti di Colines hanno realizzato diversi video e un virtual open house che ha permesso ai clienti di collegarsi in diretta per vedere una macchina in funzione come se si trovassero in loco.

Tra i progetti futuri dell’azienda c’è quello di crescere, fare sempre meglio ogni giorno senza fossilizzarsi su ciò che è stato fino a questo momento, ma mantenendo una mente aperta per aggiornare sempre il proprio know-how interno.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: