Ven, 26 Febbraio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Digitale, dal primo marzo al via i nuovi codici per le PA

Per accedere ai portali online saranno necessari Spid, Cie e Cns

Come previsto dal decreto Semplificazione, a partire dal primo marzo per poter accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione sarà necessario disporre dei codici di identità digitale Spid, Carta d’identità elettronica e Carta nazionale dei servizi.

Per avere Spid, di cui ultimamente si è molto parlato per via del bonus Cashback, è necessario essere maggiorenni e fornire all’identity provider un indirizzo e-mail, il numero di cellulare, il documento di identità valido e la tessera sanitaria con il codice fiscale. Spid è fondamentale anche a livello europeo, perché permette l’accesso ai servizi online per il rilascio di certificati di pubbliche amministrazioni in Europa.

La carta di identità elettronica, Cie, è rilasciata dal Comune di residenza e per utilizzarla bisogna avere l’intero codice Pin della carta richiedendolo al proprio Comune.

Infine, la carta nazionale dei servizi permette di accedere agli stessi servizi e può essere una chiavetta Usb o una smart card con microchip.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Virus, da lunedì Molise e Basilicata passano in rosso. Marche, Lombardia e Piemonte in arancione
In Italia somministrati quattro milioni di vaccini L'Italia cambia ancora colore e …
Volkswagen, il bilancio è in rosso per il 2020: -37% di utili e -11,8% di ricavi
La casa automobilistica stima una forte ripresa quest'anno Volkswagen chiude il 2020 …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: