Mer, 21 Aprile
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

DL Sostegno, ecco come funzionerà la piattaforma di Agenzia delle Entrate per la richiesta dei fondi

Atteso online in pochi giorni il sito studiato da Agenzia delle Entrate e Sogei per le domande dei nuovi contributi. La piattaforma sarà studiata ad hoc per evitare sovraccarichi di traffico

Quasi pronta la piattaforma dell’Agenzia delle Entrate per i contributi a fondo perduto previsti dal dl Sostegno, presentato ieri ufficialmente in conferenza stampa dal premier Draghi (leggi qui).

Tutte le domande dovranno essere presentate esclusivamente in via telematica. Le richieste saranno raccolte dal sito creato ad hoc da Agenzie delle Entrate e Sogei, online tra pochi giorni, di cui ancora non si conosce il nome. Da quanto si apprende, la piattaforma è stata pensata in modo da evitare che ci siano crolli improvvisi del sistema causati dall’eccesso di richieste durante i primi giorni in cui si potranno presentare le domande. Il sistema sarà comporto da tre “camere” virtuali che accompagneranno i cittadini attraverso i tre passaggi necessari per inserire la domanda.

La prima camera sarà quella di accesso al sistema: i login saranno gestiti dal software che indicherà a ognuno i tempi di attesa per entrare nella seconda camera, dove si potrà compilare la domanda immettendo i propri dati, quelli dell’azienda, e l’Iban per ottenere i contributi. Anche in questo caso apparirà un timer che indicherà agli utenti il tempo di attesa (in media due tre minuti per camera) per poter poi entrare nella stanza conclusiva, quella in cui si invierà la pratica. Facendo una somma per eccesso dei tre minuti circa per ogni camera, i tempi di attesa non dovrebbero essere superiori ai dieci minuti per l’intero processo.

Questa tipologia di sistema ha consentito finora all’Agenzia delle Entrate di evitare i crash durante le prime ore e i primi giorni delle misure decise a sostegno dell’economia durante la crisi pandemica. Se i volumi di traffico saranno quelli attesi, simili a quelli dell’anno scorso di circa 3 milioni di domande, il sistema dovrebbe reggere.

Una volta immessa la domanda, l’Agenzia calcola che dopo la verifica e l’accettazione della stessa i tempi di erogazione dei contributi sarà di circa due settimane. L’obiettivo è di concludere l’erogazione di tutte le domande presentate entro aprile.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/GIUSEPPE LAMI

Ti potrebbe interessare anche:

Bozza dl Covid: zona gialla, green pass e dal primo giugno sì ai ristoranti al chiuso
Arriva il green pass per gli spostamenti tra Regioni, domani in Cdm …
Bonus zanzariere, ecco come richiederlo
Con la detrazione si ha uno sconto per un importo pari al …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: