Mer, 21 Aprile
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Emergenza Coronavirus, Figliuolo: “puntiamo all’immunità di gregge entro fine settembre”. AstraZeneca cambia nome e diventa Vaxzevria

Berlino interrompe l’uso di AstraZeneca per le donne under 60. In Sardegna salgono a 11 i Comuni in lockdown. In Spagna da oggi mascherina sempre obbligatoria in pubblico, anche all’aperto. In Israele non ci sono più zone rosse

In Italia l’immunità di gregge verrà raggiunta a settembre. E’ questo l’obiettivo del commissario straordinario per l’emergenza Covid, il generale Francesco Paolo Figliuolo, che punta a 500 mila somministrazioni a regime al giorno da raggiungere nella terza settimana di aprile.

Anche Soleminis, nel sud della Sardegna, entra in zona rossa: diventano così 11 i Comuni sardi in lockdown. Il sindaco Rita Pireddu ha firmato un’ordinanza della durata di due settimane, “a causa  del crescente numero di contagi, tanti dei quali caratterizzati da forme di variante del virus“, ha scritto su Facebook. 

Il vaccino anti-Covid di AstraZeneca ha cambiato il nome e diventa Vaxzevria. La modifica è stata approvata dall’Ema il 25 marzo a seguito di una richiesta da parte del gruppo farmaceutico anglo-svedese, si legge nel sito dell’agenzia europea del farmaco, in cui è stato pubblicato anche il nuovo bugiardino del farmaco. Tra gli effetti collaterali vengono aggiunti i rarissimi casi di trombosi.

Il Land di Berlino interrompe le vaccinazioni con AstraZeneca per le donne sotto i 60 anni. Lo ha annunciato la Senatrice responsabile della Sanità berlinese Dilek Kalayci, riferendo di nuovi dati sugli effetti collaterali.

In Spagna da oggi è obbligatorio indossare la mascherina in tutti i luoghi pubblici anche all’aperto, per tutti in qualunque momento, senza più tenere conto della distanza minima di un metro e mezzo fra le persone. Lo prevede una legge pubblicata sulla Gazzetta ufficiale spagnola, che riguarderà tutte le persone di 6 o più anni d’età che si trovano nelle strade, negli spazi all’aperto e in qualunque spazio chiuso aperto al pubblico.

Per la prima volta da mesi non c’è alcuna località israeliana contrassegnata come rossa a causa dell’alta diffusione del Covid. Lo rilevano i dati diffusi dal ministero della sanità secondo cui allo stato attuale solo il 5% dei cittadini israeliani vive in zone gialle o arancioni. L’attuale tasso di positività è per la prima volta sotto l’1% (allo 0,9%) su oltre 40 mila tamponi effettuati nelle ultime 24 ore. All’inizio di marzo il tasso di positività era al 9.3%.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/DAN HIMBRECHTS AUSTRALIA AND NEW ZEALAND OUT

Ti potrebbe interessare anche:

Bozza dl Covid: zona gialla, green pass e dal primo giugno sì ai ristoranti al chiuso
Arriva il green pass per gli spostamenti tra Regioni, domani in Cdm …
Bonus zanzariere, ecco come richiederlo
Con la detrazione si ha uno sconto per un importo pari al …


 

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: