Dom, 11 Aprile
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Post-Covid: alcuni Paesi cominciano ad allentare le restrizioni

Spagna, Regno Unito, Israele, Cina, Giappone, Australia e Nuova Zelanda: ecco i Paesi in Europa e nel mondo sulla strada della riapertura

Verso la normalità? Dopo mesi di restrizioni dovute alla pandemia di Covid-19, alcuni Paesi, complice il successo delle campagne vaccinali, cominciano ad allentare la cinghia. A guidare la riapertura sono la Spagna e l’Inghilterra in Europa, insieme a Cina e Israele.

Riaprono in Spagna i locali e i bar all’aperto nonostante continui ad essere vietato fare assembramenti o non indossare la mascherina. A Barcellona si è tenuto il primo concerto live dallo scoppio della pandemia: i 5.000 partecipanti sono stati prima sottoposti a un test antigenico, di questi solo 6 sono risultati positivi. Nel frattempo Madrid è nella fascia di rischio estremo per quanto riguarda i contagi di Covid e in tutto il Paese rimane l’obbligo di rientrare in casa entro le 23 (le 22 in alcune regioni) durante la Settimana santa. Restano comunque consentiti gli arrivi dei turisti e, a partire dalla terza settimana di aprile, gli stadi potrebbero riaprire al pubblico, come ha affermato Javier Tebas, presidente della Liga.

Israele, invece, è diventato il Paese modello per la riapertura: grazie ad un’ottima e rapida campagna vaccinale, infatti, già dopo la prima settimana di marzo sono ripartite gran parte delle attività economiche, inclusi ristoranti, caffè, scuole, eventi culturali, attrazioni turistiche e ristorazione negli hotel. Durante l’incontro della nazionale con la Danimarca, lo scorso 25 marzo, lo stadio Bloomfield di Tel Aviv si è animato grazie alla presenza di 5.000 tifosi.

Il Giappone ha dichiarato chiuso lo stato di emergenza: migliaia di persone si sono riversate al parco Yoyogi, uno dei luoghi più popolari, per vedere i “sakura”, i celebri fiori di ciliegio.

Notevole allentamento delle restrizioni anche in Cina. Non sono più obbligatori i controlli della temperatura agli ingressi della comunità e dei villaggi, mentre i luoghi culturali e di intrattenimento interni ed esterni come parchi, punti panoramici, biblioteche, musei e teatri riaprono ai visitatori fino al 75% della capacità.

Quasi totalmente Covid-free anche Australia e Nuova Zelanda. Già da tempo i due Paesi sono sulla strada dell’abolizione totale delle restrizioni ma soli 7 casi a Brisbane hanno riportato la città in regime di lockdown.

Infine, anche il Regno Unito alcuni giorni fa aveva annunciato l’allentamento delle misure anti-Covid sulla base di una campagna vaccinale veloce ed efficace (ne abbiamo parlato qui). Boris Johnson ha concesso la riapertura degli sport all’aperto e si attende a breve la riapertura dei locali e degli stadi.

In Scozia, a partire da venerdì il “stay at home” sarà rimpiazzato dallo “stay local”: si potrà quindi uscire di casa ma entro i confini dell’area territoriale in cui si abita. Se il numero dei contagi continuerà a scendere, inoltre, il governo scozzese programma di riaprire le attività considerate non essenziali.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: ANSA/EPA/Alejandro Garcia

Ti potrebbe interessare anche:

Campagna vaccinale, da Mediaset via libera per sedi Roma e Cologno
Saranno disponibili 6 medici e 16 infermieri per la somministrazione Mediaset apre …
L’ex commissario Arcuri indagato per peculato nell’inchiesta mascherine
L'accusa è contenuta nel fascicolo sulle forniture di dispositivi di protezione individuale …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: