Ven, 07 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Il lavoro ai tempi del Coronavirus: che fine faranno Zoom&Co

Secondo la società di ricerca Apptopia, alcune di queste applicazioni sono destinate a sparire

Zoom, Meet, Teams: sono alcuni dei nomi che sono stati più usati nel panorama lavorativo-universitario dell’ultimo anno, applicazioni che sono diventate veri e propri simboli della pandemia. Ma cosa succederà dopo? È quello che si sono chiesti i ricercatori di Apptopia, società di ricerca che ha preso in considerazione i dati di svariati Paesi dagli Usa alla Nuova Zelanda per capire in che direzione si muoverà il remote working all’indomani del covid.

I dati che arrivano in particolar modo dalla Nuova Zelanda, dove le restrizioni si sono allentate profondamente, segnalano una progressiva perdita di utenti per Zoom, a seguito del rientro in presenza negli uffici e nelle scuole. Al contrario negli Stati Uniti l’uso della applicazione, tra le più usate durante il lockdown, ha raggiunto un nuovo picco in settembre. Trend simile anche per Teams.

Cambia tutto per quanto riguarda gli strumenti che risultano indispensabili negli uffici virtuali: DocuSign per esempio, che consente di firmare contratti e altri documenti in forma digitale e continua a registrare un aumento degli utenti nonostante gli allentamenti delle restrizioni.

Rimane il dubbio per le app di eCommerce di delivery: DoorDash e Instacart hanno continuato ad avere successo negli Usa anche dopo la diminuzione dell’incidenza dei contagi. Amazon resta solida in crescita, mentre Wayfair, un negozio online di articoli per la casa, è in perdita.

I social network vivono di vita propria: Facebook, WhatsApp e Instagram hanno visto crescere il proprio parco utenti sostanziosamente, Youtube è rimasta sui livelli prepandemici, e Pinterest e Snapchat sono tornate sulla cresta dell’onda, così come TikTok, che raccoglie consensi tra gli adolescenti.

di: Micaela FERRARO

FOTO: EPA/MATTIA SEDDA

Ti potrebbe interessare anche:

Banco BPM, l’utile ammonta a 100 milioni nel primo trimestre 2021. I proventi sono ai massimi da fine 2018
Banco Bpm accelera nel processo di derisking: prevista cessione delle sofferenze per …
Lavoro, Save the Children denuncia: “nell’anno del Covid 96 mila mamme italiane lo hanno perso”
Quattro su cinque hanno figli con meno di cinque anni. Le Regioni più …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: