Mer, 21 Aprile
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Smart working, lavorare dall’estero si può in casa Revolut

L’azienda di tecnologia finanziaria ha concesso ai suoi oltre due mila dipendenti di poter lavorare al di fuori del proprio Paese di impiego per un massimo di 60 giorni

Lavorare dall’estero? Si può, almeno in casa Revolut che concede questa possibilità ai suoi oltre due mila dipendenti, promuovendo ancora di più il lavoro agile. In particolare una volta che le restrizioni di viaggio verranno allentate i dipendenti avranno l’opportunità di lavorare temporaneamente da un luogo diverso rispetto al Paese di impiego per motivi personali.

La società di tecnologia finanziaria con sede nel Regno Unito ha studiato le normative applicabili in materia di immigrazione, imposte sul reddito e previdenza sociale per creare una policy vantaggiosa e conveniente per i dipendenti.

La nuova politica di lavoro temporaneo dall’estero è stata lanciata proprio per venire incontro alle richieste dei lavoratori che, provenendo da tanti diversi Paesi, hanno espresso la necessità di visitare le famiglie più spesso e/o per periodi più lunghi. Poiché Revolut abbraccia la diversità culturale del suo personale, ha voluto dare questa opportunità.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/MATTEO CORNER

Ti potrebbe interessare anche:

Bozza dl Covid: zona gialla, green pass e dal primo giugno sì ai ristoranti al chiuso
Arriva il green pass per gli spostamenti tra Regioni, domani in Cdm …
Bonus zanzariere, ecco come richiederlo
Con la detrazione si ha uno sconto per un importo pari al …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: