Dom, 16 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Superbonus 110%, tutto sulla semplificazione delle procedure

Il Governo è al lavoro per snellire l’iter burocratico

Il Parlamento sta lavorando alla semplificazione dell’iter burocratico dietro il Superbonus 110%, che verrà prorogato fino al 2023. L’obiettivo è smussare gli angoli della misura, perché molte famiglie hanno spiegato di aver avuto difficoltà nella richiesta della detrazione fiscale e di aver dovuto rinunciare a causa dell’eccessiva burocrazia.

Il problema maggiore è legato alla richiesta della doppia conformità degli edifici: l’ottenimento di una certificazione può richiedere attese di oltre quattro mesi, e questo ha comportato l’abbandono dei cantieri.

Per favorire l’accesso al 110% sono state avanzate due proposte: la sostituzione della certificazione di conformità con una Cila asseverata, cioè con la comunicazione di inizio lavori; oppure la possibilità che la certificazione possa essere assorbita dalle asseverazioni sul rispetto dei requisiti tecnici e la congruità delle spese, redatte dai professionisti, come già previsto dalla norma per l’ottenimento. In entrambi i modi si andrebbe a eliminare l’obbligo per i tecnici abilitati di attestare alcuni dati relativi allo stato legittimo dell’immobile. Rimarrebbe solo la necessità di limitare alla certificazione dell’assenza di abusi edilizi e del rispetto delle prescrizioni urbanistiche.

Un’altra novità dovrebbe riguardare l’accelerazione della Valutazione di impatto ambientale, la cosiddetta Via.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccini, la campagna del Governo per i giovani su tiktok
La sensibilizzazione passerà per gli influencer Il ministero alle Politiche Giovanili per …
Cgia, sostegni Governo coprono solo il 13% delle perdite
La cifra complessiva è di 45 miliardi Secondo una rilevazione della Cgia, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: