Dom, 16 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

India, Maire Tecnimont cresce nel petrolchimico. Al via un contratto da 450 milioni di dollari

Il gruppo, attivo nell’impiantistica del settore energetico e delle infrastrutture, si è aggiudicato un appalto da Indian Oil Corporation per la realizzazione di un impianto di paraxilene ad Odisha

Maire Tecnimont cresce nel petrolchimico in India. Il gruppo, attivo nell’impiantistica del settore energetico e delle infrastrutture, si è aggiudicato un appalto da Indian Oil Corporation per la realizzazione di un impianto di paraxilene a Paradip, nello Stato dell’Odisha, nella parte orientale del Paese.

Il valore complessivo del contratto è di circa  450 milioni di dollari. L’appalto è di tipo Lump Sum Epcc (Engineering, Procurement, Construction and Commissioning) ed è stato vinto dalle controllate del gruppo, Tecnimont e Tecnimont Private Limited. Lo scopo del lavoro comprende attività di ingegneria, la fornitura di equipment e materiali e le attività di costruzione fino allo start up dell’impianto ed ai performance test. Una volta completato, il nuovo impianto avrà una capacità di 800.000 tonnellate all’anno. Il completamento è previsto entro 33 mesi dalla data di aggiudicazione.

Il paraxilene prodotto verrà utilizzato per alimentare l’adiacente unità di acido tereftalico, garantendo così la disponibilità di materie prime di qualità, e dando così un impulso significativo all’industria manifatturiera del Paese. Si tratta infatti di un componente intermedio nella filiera dell’industria petrolchimica, necessario per la produzione di diversi polimeri, in particolare il pet (noto anche come poliestere), che è utilizzato in numerose applicazioni nella vita di tutti i giorni: nel packaging, nell’industria cosmetica e farmaceutica, solo per citarne alcune.

Soddisfatto Pierroberto Folgiero, amministratore delegato di Maire Tecnimont. «Siamo davvero felici – ha commentato – che il nostro rapporto con un player importante come Iocl continui a crescere con un altro contratto strategico, volto ad aumentare la capacità di trasformazione delle risorse naturali del Paese con le migliori tecnologie disponibili, assicurando processi e prodotti con la massima performance dal punto di vista ambientale. Dato che l’India si sta preparando ad un grande programma di investimenti nel segmento downstream, al fine di soddisfare la domanda interna in rapida crescita di prodotti plastici, ci troviamo in una posizione privilegiata per cogliere le nuove opportunità che si presenteranno».

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccini, la campagna del Governo per i giovani su tiktok
La sensibilizzazione passerà per gli influencer Il ministero alle Politiche Giovanili per …
Cgia, sostegni Governo coprono solo il 13% delle perdite
La cifra complessiva è di 45 miliardi Secondo una rilevazione della Cgia, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: