Dom, 16 Maggio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Bce, De Guindos rimarca il no al taglio del debito pubblico: “sarebbe un errore economico”

Apertura invece agli eurobond che possono aiutare a perseguire una politica fiscale comune

Tagliare il debito pubblico non è una soluzione. Ad affermarlo è Luis De Guindos, vicepresidente della BCE, che ribadisce il no della banca centrale europea a questa ipotesi. «Sarebbe non soltanto una violazione del Trattato, e dunque inaccettabile per la Bce, ma anche un errore economico – spiega in un’intervista a La Repubblica. – D’un lato, se il debito venisse cancellato le banche centrali nazionali sarebbero costrette a usare i loro profitti per coprire quei buchi invece di pagare dividendi ai Governi, come fanno attualmente alla fine di ogni anno. Inoltre, ed è ancora più importante, una decisione di questo genere metterebbe a rischio la credibilità della banca centrale e danneggerebbe l’efficacia delle nostre decisioni».

Apertura invece agli eurobond. «È necessario completare l’unione monetaria – rimarca De Guindos – e penso che dobbiamo completare l’unione bancaria con il sistema europeo di assicurazione dei depositi. Dobbiamo lavorare all’unione dei mercati dei capitali e convergere anche su uno strumento europeo per perseguire una politica fiscale comune».

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccini, la campagna del Governo per i giovani su tiktok
La sensibilizzazione passerà per gli influencer Il ministero alle Politiche Giovanili per …
Cgia, sostegni Governo coprono solo il 13% delle perdite
La cifra complessiva è di 45 miliardi Secondo una rilevazione della Cgia, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: