Mar, 07 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Usa, è morto l’archistar Helmut Jahn. Firmò edifici hi-tech, vere icone urbane

E’ stato travolto in bici per non essersi fermato ad uno stop. Tra le sue opere, l’aeroporto di Monaco e il Sony Center a Berlino

È morto all’età di 81 anni per un incidente stradale in bicicletta, in Illinois, Helmut Jahn, famoso architetto tedesco naturalizzato americano. Pare che non si sia fermato ad un incrocio e sia stato colpito da due auto che provenivano da direzioni opposte. L’incidente è avvenuto sabato a Campton Hills, a 100 km da Chicago.

Noto per le sue strutture postmoderne in acciaio e vetro, vere e proprie icone urbane in diverse città del mondo, si era laureato nel 1965 a Monaco, per poi trasferirsi a Chicago per studiare all’Illinois Institute of Technology. Il suo nome aveva iniziato a farsi conoscere negli anni ’70 e ’80, quando aveva firmato alcuni edifici a Chicago, tra cui il Thompson Center e il terminal United Airlines dell’aeroporto internazionale O’Hare. È stato anche coinvolto nella progettazione del quartier generale dell’FBI a Washington. Suoi anche il Munich Airport Center e il Sony Center a Berlino.

«E’ stato uno degli architetti più inventivi e il suo impatto su Chicago non sarà mai dimenticato», ha detto la sindaca della città, Lori Lightfoot, su Twitter

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/Grzegorz Jakubowski POLAND OUT

Ti potrebbe interessare anche:

D’Amico: venduta nave per 10,3 milioni di dollari
La controllata d'Amico Tankers ha firmato un accordo per la vendita della …
Intel, nel 2022 sbarca in Borsa la guida automatica di Mobileye
Il colosso americano produttore di chip possiede attualmente il 100% delle azioni di …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: