Lun, 21 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Federalberghi, nel 2020 233 milioni di turisti in meno

In Italia -53,4% di turisti

Per il turismo è stato il peggiore degli annus horribilis: tra pandemia e chiusure, il flusso di turisti si è arrestato quasi completamente. Lo ha riconfermato il presidente di Federalberghi, Bernabò Bocca, intervenendo alla 71esima assemblea nazionale dell’associazione di categoria che rappresenta le imprese alberghiere: nel 2020 c’è stata una contrazione delle presenze del 53,4%, e dall’estero è arrivata fino al -70%. In totale c’è stata una perdita di 233 milioni di presenze in un anno. «L’annus horribilis che ci lasciamo alle spalle ha prodotto devastazione e sconforto. Le nostre imprese e i nostri collaboratori hanno patito oltre ogni misura. Il turismo è senz’altro il settore economico che più soffre per gli effetti della pandemia e, al suo interno, le strutture turistico ricettive e termali sono quelle che stanno pagando il prezzo più alto – ha detto Bocca – i dati ufficiali rilevano che il 2020 si è chiuso con una perdita di 233 milioni di presenze, equivalente ad un calo medio del 53,4%, con punte in alcune località oltre l’80%».

Il 2021 si è aperto in modo altrettanto difficile. Secondo quanto riportato da Bocca, le presenze dei turisti negli esercizi ricettivi sono diminuite dell’85,6%, con un calo del 75,1% per gli italiani e del 95,9% per gli stranieri. «Se non ci sarà un cambio di prospettiva – ha concluso – i risultati del 2021 si potranno rivelare addirittura peggiori di quelli del 2020».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/GIUSEPPE LAMI

Ti potrebbe interessare anche: 

Covid, Moderna punta a triplicare nel 2022 la produzione di vaccini
In Francia si torna ai concerti e in discoteca. Da noi si …
Napoli, all’asta la maglia di Insigne
L'annuncio della società La SSC Napoli ha annunciato che con la nona …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: