Mar, 22 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Emissioni carbonio, Shell deve tagliarle del 45% entro il 2030

Lo ha deciso un tribunale olandese, dando ragione agli attivisti per il clima che chiedevano che la multinazionale rispettasse l’accordo di Parigi

Gli attivisti del clima possono gioire. Shell dovrà tagliare le emissioni di carbonio del 45% entro il 2030. A stabilirlo il tribunale olandese in una storica sentenza che arriva in un momento in cui le più grandi aziende del mondo sono sotto pressione per fissare obiettivi di emissioni a breve, medio e lungo termine che siano coerenti con l’accordo di Parigi. 

Il gigante petrolifero in febbraio aveva annunciato che prevedeva le seguenti riduzioni rispetto ai valori del 2016: 20% entro il 2030, 45% entro il 2035 e 100% entro il 2050. Quindi ora dovrà rimettere mano ai suoi obiettivi e fare tagli maggiori per allinearsi a quanto stabilito. Anche se un portavoce della Shell ha detto che l’azienda farà appello contro la “deludente decisione della corte di oggi“.

La causa è stata presentata nell’aprile 2019 da sette gruppi di attivisti – tra cui Friends of the Earth e Greenpeace – per conto di 17.200 cittadini olandesi. Le citazioni in tribunale sostenevano che il modello di business di Shell “sta mettendo in pericolo i diritti umani e le vite” rappresentando una minaccia per gli obiettivi stabiliti nell’accordo di Parigi.

La sentenza potrebbe costituire un precedente per casi simili contro multinazionali ritenute “inquinanti“.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO:  EPA/UDO WEITZ

Ti potrebbe interessare anche:

Amazon Prime Day agli sgoccioli, ecco cosa comprare
Le offerte a meno di 50 euro Sono le ultime ore per …
Estate 2021, i costi della spiaggia Regione per Regione
Sotto l'ombrellone i prezzi aumentano L'istituto di ricerca Ircaf ha pubblicato un …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: