Mar, 22 Giugno
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Spotify, il Ceo alza la posta per l’Arsenal: ora offre due miliardi

E’ stata rifiutata l’offerta da 1,8 miliardi di sterline per il club inglese. La proprietà non vuole vendere

Il ceo di Spotify, Daniel Ek, vuole accaparrarsi a tutti i costi l’Arsenal ed è pronto ad alzare la posta in gioco. Dopo essersi visto rifiutare un’offerta da 1,8 miliardi di sterline lo scorso mese, l’amministratore delegato dell’app della musica ha deciso di far lievitare l’offerta a oltre due miliardi di sterline.

Il club della Premier League è di proprietà dell’americano Stan Kroenke che ha detto chiaramente che l’Arsenal non è in vendita nonostante i crescenti dissidi con i tifosi che più volte hanno palesato di non avere grande stima nei suoi confronti. Basti pensare che l’ultimo titolo di Premier League è arrivato nel 2003/04 e, come se non bastasse, l’Arsenal è stata una delle 6 squadre ad aderire alla proposta (fallita) della Super League che non ha fatto altro che incrinare ancora di più i rapporti.

Ed il ceo di Spotify non poteva non approfittarne: ha dichiarato pubblicamente che l’offerta include la proprietà dei fan, la rappresentanza a livello di consiglio e una golden share per i sostenitori, incassando così il sostegno delle ex leggende dei Gunners Thierry Henry, Dennis Bergkamp e Patrick Vieira.

Basterà a far capitolare Stan Kroenke?

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/RITCHIE B. TONGO

Ti potrebbe interessare anche:

Partenza contrastata per Wall Street. Si attende Powell
Le parole del numero uno della Fed dovrebbero fornire indicazioni importanti su …
Criptovalute, violento sell-off a causa della Cina
Il Bitcoin si schianta sotto i 30.000$ per la prima volta da …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: