Dom, 25 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Fintech, Visa compra la piattaforma di open banking Tink per 1,8 mld

Visa è stata costretta a fare marcia indietro dall’accordo da 5,3 miliardi di dollari con la piattaforma di condivisione dati Usa Plaid a gennaio, a seguito della causa intentata dal governo statunitense volta a bloccare l’accordo per violazioni antitrust

Visa cresce nel fintech ed acquista la piattaforma di open banking svedese Tink per 1,8 miliardi di euro.

Fondata nel 2012, Tink consente alle banche e ad altre società finanziarie di accedere più facilmente ai dati finanziari dei consumatori. È utilizzata da oltre 3.400 banche e altre istituzioni, nonché da oltre 250 milioni di clienti in tutta Europa. Vanta in totale 400 dipendenti.

L’acquisizione verrà finanziata in contanti e non avrà alcun impatto sul programma di riacquisto di azioni proprie o sulla politica dei dividendi di Visa.

«Visa si impegna a fare tutto il possibile per promuovere l’innovazione e responsabilizzare i consumatori a sostegno degli obiettivi dell’open banking in Europa – ha affermato l’amministratore delegato e presidente Al Kelly. – Riunendo la rete di Visa e le capacità di open banking di Tink, forniremo maggiore valore ai consumatori e alle imprese europee con strumenti per rendere le loro vite finanziarie più semplici, affidabili e sicure».

Visa quindi ci riprova dopo il tentativo fallito di rilevare a gennaio scorso la fintech americana Plaid: l’accordo di fusione da 5,3 miliardi di dollari è stato annullato a seguito di una causa intentata dal Governo degli Stati Uniti per motivi antitrust.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/JOERG CARSTENSEN

Ti potrebbe interessare anche:

Fisco digitale, tutti i servizi dell’Agenzia delle Entrate
Si fa online anche la successione Il fisco è sempre più digitale. …
Clima, vertice a Londra per 51 Paesi
Tra gli altri Usa, Cina e India Tra oggi e domani avrà …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: