Sab, 31 Luglio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Fisco, i problemi della riforma dai nodi patrimoniali alla flat tax

Il nuovo sistema di tassazione dovrebbe essere definito entro luglio

La riforma fiscale voluta da Mario Draghi dovrebbe posizionarsi ai nastri di partenza entro luglio, ma sulle proposte del Parlamento circa i pilastri del nuovo sistema di tassazione non c’è intesa tra i partiti. I nodi più duri da sciogliere sono le imposte sui patrimoni e sui lavoratori autonomi, mentre c’è in generale intesa sull’idea di ridurre il prelievo sui redditi medi, ovvero su chi guadagna tra 1500 e 2600 euro netti al mese.

La riforma fiscale è uno degli obiettivi del Piano italiano per la ripresa legato al Recovery Fund e l’Europa stessa ha ricordato che il sistema è inefficiente in molti punti dando il via libera ai fondi.

C’è concordanza anche sull’addio all’Irap, una delle imposte che grava sulle imprese e che verrebbe assorbita nei tributi già esistenti.

Lontano invece l’accordo per le tasse legate alla casa e agli altri patrimoni oltre al nuovo regime per i lavoratori autonomi. Per non parlare della flat tax e del regime forfettario per le partite Iva: la proposta sul tavolo è il prelievo secco e rate più diluite per i versamenti.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Ecobonus, al via i nuovi incentivi dal 2 agosto
Le prenotazioni sul sito del Mise A partire dal 2 agosto 2021 …
Covid, Sardegna e Sicilia rosse nella mappa UE
Brisbane in lockdown Sono state pubblicate oggi dall'Ecdc, il centro europeo per …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: