Sab, 23 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Gb, BoJo riapre il 19 luglio nonostante la variante Delta: via mascherina e distanziamento

Riapriranno tutti i pub, locali notturni e discoteche, senza limiti al numero di persone ammesse. Non sarà più richiesto lo smart working

19 luglio. E’ questa la data della ripartenza in Inghilterra decisa dal premier Boris Johnson che, nonostante l’aumento dei contagi causati dalla variante Delta, vuole comunque procedere alla tappa definitiva dell’uscita dalle restrizioni del lockdown anti Covid.

Via l’obbligo di mascherina e i limiti alle interazioni sociali; non sarà più richiesto lo smart working. Inoltre, riapriranno tutti i pub, locali notturni e discoteche, senza limiti al numero di persone ammesse. Esercizi commerciali e imprese potranno decidere autonomamente di richiedere prova di immunizzazione agli avventori, ma non ci sarà alcun tipo di pass vaccinale in vigore. In caso di contatto con un positivo, resta valido l’auto-isolamento ma coloro che hanno già ricevuto due dosi potranno evitarlo.

Altri dettagli su vacanze e quarantena verranno comunicati più avanti nella settimana mentre la conferma o eventuale revoca di queste decisioni verrà data il 12 luglio, anche se il premier si è detto fiducioso di  di poter escludere ulteriori rinvii dopo quello del 21 giugno.

«L’epidemia non sarà certamente finita per il 19 luglio – ha ammesso – tuttavia dobbiamo essere onesti con noi stessi: se non possiamo riaprire la società nelle prossime settimane, quando saremo in grado di tornare alla normalità? L’alternativa è aprire in inverno quando il virus avrà un vantaggio».

Il virus però corre e le stime indicano che per il 19 luglio ci saranno circa 50 mila contagi al giorno. Ma per Johnson, tuttavia, la ripartenza non è più rinviabile e bisogna cogliere l’occasione dell’estate (a scuole chiuse e senza altre infezioni respiratorie diffuse in giro) per cambiare registro puntando tutto sulla campagna vaccinale. A questo proposito il Governo ha deciso di ridurre l’intervallo tra una dose e l’altra da 12 settimane a 8 per chi ha meno di 40 anni.      

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/PIPPA FOWLES

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccini, FDA conferma Pfizer per 5-11 anni. Austria verso il lockdown per non vaccinati
In Perù 200 mila morti da inizio pandemia. Nodo terza dose: Johnson …
Lavoro, entro ottobre il tavolo sullo smartworking
Il ministro Orlando: concentrarsi su sicurezza, diritto alla disconnessione e cybersecurity Il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: