Dom, 24 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Startup, l’Italia è ancora fanalino di coda d’Europa

Soffrono la minore propensione al rischio degli investitori

Secondo gli ultimi numeri diffusi dal ministero dello Sviluppo economico le startup in Italia sono quasi 11 mila, con 65 mila collaboratori che vi lavorano e sono situate perlopiù nel Nord del Paese.

Si tratta di una cifra irrisoria se paragonata con quelle dei partner europei: non solo le startup italiane sono poche, ma sono anche sotto finanziate, perché soffrono della minore propensione al rischio degli investitori e anche di interventi pubblici.

Secondo i dati dell’Ocse gli investimenti venture capital in Italia sono solo poco più di un decimo rispetto a quanti se ne fanno in Francia, Germania e Regno Unito. Infatti, l’Italia può vantare solo due startup unicorno: Yoox, venduta nel 2015, e Depop, venduta da poco per 1,6 miliardi di dollari (leggi qui). La classifica è monopolizzata dagli Usa, che hanno realtà come Stripe e SpaceX, e dalla Cina, ma anche dalla Francia matrona di BlaBlaCar e dalla Germania dove regna Flixbus.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Vaccini, FDA conferma Pfizer per 5-11 anni. Austria verso il lockdown per non vaccinati
In Perù 200 mila morti da inizio pandemia. Nodo terza dose: Johnson …
Lavoro, entro ottobre il tavolo sullo smartworking
Il ministro Orlando: concentrarsi su sicurezza, diritto alla disconnessione e cybersecurity Il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: