Gio, 21 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

A.M: a servizio dei marchi di ristorazione più famosi in tutte le loro necessità

Da 11 anni l’azienda di Asti offre servizi di manutenzione a 360° per la ristorazione con reperibilità 24/7

In non più di due ore i tecnici specializzati di A.M. raggiungono i ristoranti clienti per risolvere le loro problematiche. Ce ne parla il presidente del Cda Andrea Piccolo.

A.M. nasce nel 2008 per volontà di un consolidato gruppo di persone proveniente da rapporti di lavoro precedenti in una grande azienda. Il progetto dietro A.M. è quello di fornire servizi di manutenzione di impianti per la ristorazione, una nicchia carente di realtà nel mercato della manutenzione generale. Oggi l’azienda ha consolidato e portato avanti rapporti lavorativi con alcune delle aziende più grandi del settore, come McDonald’s, Burger King, Chef Express, Roadhouse, Old Wild West, My Chef, KFC, rapporti di cui va molto fiera.

L’azienda, in particolare, si occupa sia della parte riguardante la manutenzione dell’edificio quanto delle attrezzature da cucina. Ricopre, dunque, a 360° ogni necessità di un ristorante oltre le manutenzioni rese obbligatorie per legge. In base alla contrattualizzazione, il cliente viene seguito nella manutenzione programmata e con reperibilità 24/7 con tempi di intervento di massimo due ore in tutta la zona del Nord Italia dove A.M. ha tecnici dislocati ovunque. Molti brand, infatti, hanno necessità di un intervento immediato in caso di guasto non solo per salvaguardare gli incassi ma soprattutto per mantenere la propria immagine.

A.M. è centro assistenza tecnico per circa una ventina di marche di attrezzature: ogni volta che acquisisce un cliente, infatti, si informa su quali attrezzature utilizza e si forma in modo da fornire assistenza certificata, rifornire il magazzino con i ricambi e formare i tecnici. Questo perché la mission principale dell’azienda è quella di risolvere ogni problematica del cliente rispettando sempre la professionalità del lavoro, prima ancora della ricerca del guadagno, e dove possibile anticipare i problemi in modo tale che il cliente non si accorga neanche di averli.

I punti di forza di A.M. sono dunque la disponibilità, la tempestività nella risposta, la reperibilità notturna e nei giorni festivi, i periodi in cui i ristoranti lavorano di più e non si possono permettere alcun tipo di blocco. Per raggiungere tali caratteristiche l’azienda ha dovuto trasformare la propria struttura, assumere collaboratori con contratti nazionali e deroghe sindacali per poter lavorare in qualsiasi momento ed essere sempre sul pezzo. A fare la differenza sono stati anche i continui investimenti in tecnologia: digitalizzazione dei processi, Industria 4.0, ricerca e sviluppo, intelligenza artificiale. Tutto per servire il cliente.

Anche nel periodo della pandemia di Covid-19, fattore che nessuna impresa avrebbe potuto prevedere, A.M. è stata capace di reinventarsi concentrandosi su servizi di cui i clienti avevano bisogno: un esempio è stata la trasformazione di diversi reparti da convertire in servizio di sanificazione ambienti. Ora, per il futuro, A.M. è intenzionata – e destinata – a crescere espandendosi anche oltre il Nord Italia. Ha all’attivo già dei lavori in Toscana e nel Lazio ma il futuro è pieno di sviluppi, proprio per questo al momento l’azienda è alla ricerca di nuove figure tecniche specializzate da assumere.

Qual è, dunque, il segreto di A.M.? Probabilmente una miscela di diversi fattori tra cui, sicuramente, un po’ di fortuna ma tanta bravura, perseveranza, costanza ed entusiasmo.

Ti potrebbero interessare anche:

Christie’s, all’asta uno dei 6 microscopi di Darwin
Verrà battuto il 15 dicembre, potrebbe raggiungere 415 mila euro Il prossimo …
Digital divide, più di quattro milioni di italiani senza connessione
Per il 74,4% è normale usare contemporaneamente più dispositivi Secondo la ricerca …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: