Mer, 27 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Whirlpool, continuano le proteste dei lavoratori. Ieri assediata Napoli, oggi Roma

Gli operai protestano contro le procedure di licenziamento aperte dall’azienda in barba alle richieste di sindacati e governo di utilizzare prima le 13 settimane di cassa integrazione

Fanno sentire la loro voce gli operai della Whirlpool di Napoli che protestano a gran voce contro l’azienda che ha aperto le procedure di licenziamento in barba alle richieste di sindacati e Governo di utilizzare prima le 13 settimane di cassa integrazione previste dall’intesa sottoscritta da Cgil, Cisl, Uil e Confindustria con l’Esecutivo (guarda qui).

I lavoratori hanno occupato i binari dell’alta velocità nella stazione centrale del capoluogo campano obbligando Trenitalia a sospendere arrivi e partenze. «Dal governo tanta solidarietà ma nessuna soluzione – dicono i lavoratori del polo logistico di Via Argine – continueremo a protestare finché non verranno ritirati i licenziamenti, bisogna obbligare l’azienda almeno a restituire quanto le è stato dato in questi anni, tra cassa integrazione e agevolazioni fiscali, perché se non vogliono cambiare idea e chiudere lo stabilimento di Napoli almeno diano indietro i soldi dei contribuenti che sono stati erogati». 

Oggi gli operai sono arrivati a Roma a bordo di 7 pullman. Con loro anche la candidata sindaca Alessandra Clemente e due assessori comunali. Gli operai, partiti dalla stazione metro Anagnina e scesi a Termini per raggiungere il Mise, hanno annunciato che tappezzeranno la città di etichette adesive con su scritto “boicotta Whirlpool – Napoli non molla“. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/CESARE ABBATE

Ti potrebbe interessare anche:

Nokia cavalca l’onda della nostalgia e rilancia il 6310
A 20 anni dal debutto tornano il lettore Mp3 e Snake. L'azienda: …
Bonus terme, si parte: dopo la prenotazione 60 giorni per usufruirne
L'elenco delle strutture valide sul sito di Invitalia e del ministero Il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: