Ven, 24 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Partenza cauta per Wall Street

In aumento il rendimento del decennale Usa all’1,30%. Affonda Didi, molto bene Snap ed i titoli FAANG

Apertura poco mossa per Wall Street. Il Don Jones guadagna lo 0,07%, l’S&P lo 0,43% e il Nasdqa lo 0,34%, mentre il rendimento del Treasury statunitense sale all’1,301%. 

L’azionario Usa si è ripreso dopo il sell-off di inizio settimana per via dei timori legati alla variante Delta in rapida diffusione. Gli investitori hanno tratto conforto dalla rapida crescita degli utili delle più grandi società americane.

Nella sessione odierna si mettono in evidenza i rialzi dei titoli FAANG come Facebook che segna +2,6%, Apple, Microsoft, Amazon e Alphabet che, insieme al colosso di Mark Zuckerberg, pubblicheranno le loro trimestrali la prossima settimana.

Il titolo Snap è volato fino a +23% (ora fa +21%), dopo che la società ha diffuso un bilancio che ha messo in evidenza utili, un fatturato e una crescita degli utenti, nel secondo trimestre, migliori delle attese (guarda qui). Affonda invece Didi che affonda del 17%. Secondo quanto riporta Bloomberg, le autorità cinesi starebbero pianificando una sanzione ancora più alta rispetto a quella record versata a Alibaba pari a $2,8 miliardi. Ma la pena contro Didi potrebbe essere ancora più severa: Pechino starebbe pensando infatti di costringere la società al delisting.

Intanto materie prime in rosso, con il Wti che scende allo 0,31% e il Brent allo 0,35% rispettivamente a 71 e 73 dollari al barile. In flessione anche l’oro che tratta a -0,06% a 1.804 dollari l’oncia. Nel valutario il cross euro/dollaro si mantiene sotto quota 1,800 in leggero rialzo allo 0,08%. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/JUSTIN LANE

Ti potrebbe interessare anche:

Generali, Mediobanca prende in prestito titoli pari al 4,42%. Ora avrà 17,22% in assemblea
L'obiettivo è fronteggiare i due rivali, Caltagirone e Del Vecchio nel rinnovo …
Turchia, a sorpresa la banca centrale taglia i tassi
L'istituto centrale ha abbassato il tasso di interesse di riferimento al 18%. …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: