Sab, 25 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

L’unione fa la forza: la storia di Emmepi nel settore del cartone

Con quattro sedi, tra cui quella operativa a Perugia, il gruppo copre a 360 gradi le esigenze del settore nel mercato italiano e internazionale

Emmepi nasce dall’unione di due realtà complementari operanti nello stesso settore, quello del cartone ondulato. Ce ne parlano il Presidente Alessandro Bersanetti e l’Amministratore delegato Alberto Fioriti.

Emmepi nasce 10 anni fa a livello ufficiale ma la sua storia inizia già prima. All’inizio degli anni Duemila Bersanetti avevano due piccole azienda, rispettivamente a nord di Milano e in provincia di Perugia, operanti nello stesso settore, quello del cartone ondulato. Entrambi si erano resi conto che l’offerta in quest’ambito presentava sempre delle mancanze, che i prodotti e le applicazioni proposte erano limitate. Incontrandosi e lavorando per uno stesso cliente si sono resi conto di offrire prodotti complementari e hanno deciso di lavorare insieme, ricevendo in cambio un’ottima risposta dal mercato italiano e non solo. Così hanno deciso di fondare un’azienda insieme.

Il core business di Emmepi è sempre il settore della carta e del cartone, settore che soddisfa con quattro stabilimenti: uno a Milano dove vengono prodotte le reggiatrici, ovvero macchinari per reggiare bancali opachi di cartone; uno a Cesena per la produzione di filmatrici; uno a Treviso dedicato a macchine ausiliari legate alla trasformazione delle scatole di cartone; infine quello a Perugia, anche sede operativa, dove vengono prodotti macchina di movimentazione e opera tutto il dipartimento di layout e studio generale.

Il cliente di riferimento di Emmepi è chi produce e trasforma la carta in cartone e quest’ultimo in scatole, un settore di nicchia ma molto conosciuto poiché tutto ciò che conosciamo viene trasportato nel cartone ondulato, dagli alimenti ai ricambi a tutti i prodotti dell’industria. I servizi offerti dall’azienda riguardano lo sviluppo dei processi industriali produttivi, l’automazione nel settore del packaging, supporto alla clientela che ha bisogno di incrementare la propria capacità produttiva. Con un ampio range di proposte, dunque, il cliente può confrontarsi con un unico interlocutore che lavora per trovare le migliori soluzioni alle esigenze del momento.

Proprio quest’obiettivo, non solo fare macchine ma offrire soluzioni, è il punto di forza di Emmepi e ciò che contraddistingue l’azienda sin dalla sua nascita: mettersi insieme per creare qualcosa che coprisse a 360 gradi le esigenze del mondo del cartone ondulato.

Uno dei grandi orgogli di Emmepi è quello di essere sempre un gruppo italiano e guardare con un occhio di riguardo ai clienti italiani. Anche il mercato internazionale dà grandi soddisfazioni: l’azienda, infatti, è stata prima nel mercato russo ed tutt’oggi leader in quello brasiliano, entrambe zone del mondo ricche di grandi foreste.

La pandemia è stata un periodo difficile per tutti ma Emmepi ha saputo superarla soprattutto grazie ai tecnici formati dislocati nelle strutture di servici nei Paesi che servono che hanno potuto continuare con le installazioni degli impianti, poi messi in servizio da remoto. Le maestranze, quindi, si sono rivelate il vero punto di forza in un momento di crisi. Ora il futuro di Emmepi prevede una nuova sede negli Stati Uniti, in Arizona, e la crescita del settore con al centro la questione del green e quella dell’e-commerce.

Qual è, quindi, il segreto di Emmepi? Sicuramente la versatilità e la flessibilità con cui opera nel mercato del cartone ondulato e serve i propri clienti.

Ti potrebbero interessare anche:

Record al femminile, Frida Khalo in asta a 30 milioni
L'ultima opera in asta da Sotheby's a New York L'ultimo autoritratto realizzato …
Smartphone usati, il mercato vale 1,4 miliardi di euro
La compravendita di seconda mano nel settore dell'elettronica genera un business da …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: