Sab, 25 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Saldo e stralcio, ecco cosa serve sapere

Il condono fiscale è valido per le cartelle esattoriali che arrivano a cinquemila euro

Il Mef ha ufficializzato il decreto attuativo per il cosiddetto saldo e stralcio. Si tratta di una misura che prevede la cancellazione in automatico delle cartelle esattoriali datate tra il 2000 e il 2010 che abbiano valore fino a cinquemila euro e che appartengano a cittadini con una dichiarazione dei redditi nel 2019 non superiore a 30 mila euro.

Si tratta di un nuovo regime di pace fiscale che dovrebbe interessare circa 2,5 milioni di italiani, gestito dall’Agenzia delle Entrate e della Riscossione in automatico, ovvero non c’è bisogno che i cittadini interessati presentino alcun tipo di domanda o documentazione.

L’Agenzia trasmetterà entro il 20 agosto l’elenco dei codici fiscali dei contribuenti che rientrano nella misura e, entro il 30 settembre, comunicherà alla Riscossione i codici fiscali di coloro che risulteranno esclusi perché oltre la soglia prestabilita dei 30 mila euro. I debiti verranno cancellati poi entro il 31 ottobre. Infine, entro il 15 novembre il concessionario incaricato del recupero dovrà presentare la richiesta di rimborso, spesato con “oneri a carico del bilancio dello Stato” in due rate: una entro il 31 dicembre 2021, di almeno il 70% del totale; l’altra entro il 30 giugno 2022.

Gli enti creditori avranno l’elenco delle quote annullate entro il 30 novembre in modo da poter procedere alla cancellazione a seguito dell’annullamento e all’eliminazione dalle scritture patrimoniali.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Germania, l’economia sotto Angela Merkel
Ecco come si è mossa la Germania nei 16 anni di Governo …
Alitalia, paga solo 50% stipendi
Il resto arriva dopo gara marchio I commissari Gabriele Fava, Giuseppe Leogrande …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: