Sab, 25 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Unioncamere, prende slancio l’imprenditoria immigrata

In 6 mesi sono aumentate di 16 mila unità

L’imprenditoria immigrata riprende slancio: tra gennaio e giugno il bilancio tra le nuove imprese aperte da stranieri e quelle che hanno chiuso i battenti ha fatto registrare un saldo positivo di 16.197 unità. Si tratta di un numero molto più alto rispetto a quello dello stesso periodo del 2020, influenzato dal lockdown, ma migliora anche rispetto al primo semestre 2019.

Lo dimostrano i dati di Unioncamere e Infocamere sulle imprese di stranieri iscritte al Registo delle Imprese delle Camere di Comemrcio.

Il fenomeno dell’imprenditoria straniera è una parte fondamentale del tessuto imprenditoriale nazionale: in Toscana arriva al 14,4%, in Liguria al 14,3% e in Lombardia al 13%. Sono queste le concentrazioni più elevate sul totale delle imprese esistenti. Agli ultimi posti invece Basilicata con 3,9% e Valle d’Aosta e Sicilia con 6,1%.

In Lombardia hanno sede 124.603 imprese guidate da persone nate fuori dei confini nazionali. A distanza seguono il Lazio con 81.938 e la Toscana con 58.937.

Tre imprese di stranieri su quattro opera in forma individuale, ma un consistente numero, il 16,5%, ha scelto la forma della società di capitale.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Germania, l’economia sotto Angela Merkel
Ecco come si è mossa la Germania nei 16 anni di Governo …
Alitalia, paga solo 50% stipendi
Il resto arriva dopo gara marchio I commissari Gabriele Fava, Giuseppe Leogrande …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: