Ven, 24 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

App per il risparmio gestito: è boom di download. Dominano le crypto

Nel 2021 le installazioni sono triplicate ma il 68% riguarda App per la compravendita di moneta digitale

Il primo semestre 2021 ha segnato un record per le App di risparmio gestito, soprattutto se riguardano le criptovalute. Solo in Europa sono stati 90,2 milioni i download, oltre tre volte in più rispetto allo stesso periodo del 2020.

La fetta più grossa dei download è rappresentata dalle App per la compravendita di criptovalute: ben il 68%, contro il 28% nel 2020. Tra le 10 applicazioni più installate, 8 riguardano proprio le monete digitali. La crescita, come evidenziato dal rapporto The State of Asset Management Apps in Europe 2021 di Sensor Tower, ha riguardato anche le applicazioni di advisory, quindi consulenza, e le multi-asset, che scambiano classi d’investimento diverse.

Le App di trading multi-asset, fino a poco tempo dominanti con una quota di installazioni vicina al 50%, sono calate al 21% nel primo semestre 2021. Anche le App di consulenza hanno perso quota, dal 21% al 13%. Ma il crollo della porzione di mercato coperta non ha nulla a che vedere con il calo dei download, anzi. Nei primi 6 mesi dell’anno la loro crescita è stata costante, anche da punto di vista degli utenti attivi.

Le percentuali, invece, vanno ricondotte all’esplosione delle App per lo scambio di valute digitali. In Francia, Italia e Regno Unito circa due download su tre riguardano il mondo crypto. Più caute, invece, Germania (una su due) e Russia (unico Stato tra quelli analizzati dove le app multi-asset mantengono il primato). Particolarmente entusiasta la Turchia (che tocca il 76% delle installazioni).

Come rende noto il rapporto di Sensor Tower, il picco di installazione si è avuto a metà aprile, quando il Bitcoin ha toccato i suoi valori massimi, per poi frenarsi a giugno, in linea con il deprezzamento della criptovaluta. Inoltre, i numeri in crescita non si traducono nella migrazione di investitori quanto piuttosto nell’arrivo di un nuovo pubblico. I dati relativi alle crypto suggeriscono il ritorno di un comportamento emotivo ricorrente: la cosiddetta Fomo (Fear of missing out), la paura di essere tagliati fuori e perdere un’occasione che attrae nuovi investitori.

D’altro canto, la crescita non corrisponde a una maggiore apertura. Come afferma il rapporto, infatti, “il mercato delle criptovalute è diventato meno concorrenziale”. Nonostante la forte crescita (tra le altre) di Paribu, Coinbase, Crypto.com e BtcTurk, a dominare resta Binance con un download su due. Primeggia in tutti i Paesi analizzati, salvo Austria (dove ha primeggiato Bitpanda) e Romania (dove ha prevalso Crypto.com).

Anche nelle altre categorie ci sono dei chiari leader: Tinkoff Investments che detiene una quota del 40% tra le app multi-asset e Investing.com con il 42% nell’advisory.

di: Alessia MALCAUS

FOTO: AFP

Ti potrebbe interessare anche:

Generali, Mediobanca prende in prestito titoli pari al 4,42%. Ora avrà 17,22% in assemblea
L'obiettivo è fronteggiare i due rivali, Caltagirone e Del Vecchio nel rinnovo …
Turchia, a sorpresa la banca centrale taglia i tassi
L'istituto centrale ha abbassato il tasso di interesse di riferimento al 18%. …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: