Sab, 25 Settembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Istat, l’inflazione accelera ad agosto. +2% su anno, record dal 2013

Il Codacons avverte: “questo si traduce in +614 euro annui a famiglia. Il Governo blocchi i rincari di luce e gas”

Accelera in Italia l’inflazione. Ad agosto l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (Nic), al lordo dei tabacchi, registra un aumento dello 0,4% su base mensile e del 2% su base annua, da +1,9% del mese precedente. Lo rileva l’Istat sottolineando che si tratta del livello più alto dal gennaio 2013. Le stime preliminari erano per un aumento congiunturale dello 0,5% e tendenziale del 2,1%.

La lieve accelerazione tendenziale dell’inflazione si deve prevalentemente a quella dei prezzi dei Beni energetici (da +18,6% di luglio a +19,8%). Contribuiscono a questa dinamica, ma in misura minore, i prezzi degli Alimentari non lavorati (che invertono la tendenza da -0,2% a +0,8%), mentre i prezzi dei Servizi relativi ai trasporti amplificano di poco la loro flessione (da -0,2% a -0,4%).

L’aumento congiunturale dell’indice generale è dovuto da una parte a fattori stagionali che influenzano la crescita dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (+2,8%) e dei Servizi ricreativi, culturali e per la cura della persona (+0,7%) e dall’altra ai prezzi dei Beni energetici non regolamentati (+1,7%) e degli Alimentari non lavorati (+0,4%).

L’inflazione di fondo, ovvero al netto degli energetici e degli alimentari freschi, rimane stabile a +0,6%, mentre quella al netto dei soli beni energetici accelera lievemente da +0,4% di luglio a +0,5%.

«L’inflazione al 2% si traduce in una maggiore spesa annua, considerata la totalità dei consumi di un nucleo familiare, pari a +614 euro». Lo afferma il Codacons preoccupato anche per i rincari di luce e gas previsti a ottobre (guarda qui). «Se ad ottobre scatteranno i maxi-rincari dell’energia – ha commentato il presidente Rienzi – si registrerà una ondata di aumenti per i listini al dettaglio in tutti i settori, con effetti pesanti sulle famiglie e conseguenze depressive sui consumi. Il Governo deve quindi correre ai ripari, adottando misure per evitare l’ennesima stangata sulle tasche degli italiani».

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: Ansa/Matteo Corner

Ti potrebbe interessare anche:

Record al femminile, Frida Khalo in asta a 30 milioni
L'ultima opera in asta da Sotheby's a New York L'ultimo autoritratto realizzato …
Smartphone usati, il mercato vale 1,4 miliardi di euro
La compravendita di seconda mano nel settore dell'elettronica genera un business da …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: