Mer, 27 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Whirlpool, confermata la chiusura per il sito di Napoli

I lavoratori protestano a Roma ma l’avvio dei licenziamenti per i circa 350 operai si fa sempre più vicino

«Napoli non molla. Noi da qui non ce ne andremo finché non uscirà una soluzione». Dopo due anni di proteste, i lavoratori Whirlpool tornano di nuovo a manifestare nella Capitale per scongiurare la dismissione del sito di Napoli est, ultimo presidio industriale del quartiere.

Ma la multinazionale ha confermato che la fabbrica sarà chiusa. «L’azienda ha deciso in maniera irrevocabile: lo stabilimento di via Argine resterà chiuso, i lavoratori saranno licenziati, Whirlpool lascerà Napoli», ha detto l’ad Luigi La Morgia stamattina al tavolo convocato al Mise con i sindacati.

L’avvio dei licenziamenti per i circa 350 operai dunque si fa sempre più vicino. La multinazionale si è detta però pronta ad ascoltare eventuali proposte ed è “disponibile a supportare i lavoratori con stimoli all’uscita con supporto economico e pronta a sostenere il trasferimento volontario dei lavoratori in un altro sito del gruppo“, avrebbe spiegato La Morgia.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Nokia cavalca l’onda della nostalgia e rilancia il 6310
A 20 anni dal debutto tornano il lettore Mp3 e Snake. L'azienda: …
Bonus terme, si parte: dopo la prenotazione 60 giorni per usufruirne
L'elenco delle strutture valide sul sito di Invitalia e del ministero Il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: