Mar, 26 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Green pass, il Consiglio di Stato si pronuncia: “è valido e non viola la privacy”

Bocciato il ricorso di quattro no-vax che accusano il Governo di non rispettare la disciplina europea sulla protezione dei dati sanitari

Richiedere il Green pass non è una violazione della privacy. Lo ha stabilito il Consiglio di Stato che, confermando la decisione del Tar Lazio n. 4281/2021, ha respinto il ricorso fatto da quattro cittadini, non vaccinati, che accusavano il Governo di non rispettare la disciplina europea sulla protezione dei dati sanitari.

Secondo i magistrati i cittadini possono anche scegliere di non vaccinarsi ma prevale l’interesse pubblico, quindi il certificato è utile per la ripresa economica e sociale. Viene ribadita la validità e l’efficacia delle disposizioni attuative (il Dpcm del 17 giugno 2021) del sistema incentrato sulla certificazione verde Covid-19. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Green Pass, via libera del Cdm all’obbligo dal 15 ottobre per il pubblico ed il privato

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus 600 euro, in arrivo l’indennità per i datori di lavoro
Spetta una tantum a chi ha l'onere della malattia dei lavoratori in …
Pagamento in contanti, cosa cambia nel 2022
Dal 1 gennaio scatta il nuovo limite a mille euro per i …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: