Mer, 27 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Servizi idrici, l’Antitrust punta il dito per la mancata prescrizione biennale

Avviate cinque istruttorie e 7 moral suasion

Nel mirino dell’Antitrust finiscono le società attive nei servizi idrici. L’Autorità ha infatti avviato cinque istruttorie e notificato 7 moral suasion ad aziende colpevoli di non rispettare la corretta applicazione della prescrizione biennale a partire dal 1° gennaio 2020.  il legislatore, con la Legge n. 205 del 27 dicembre 2017 ha previsto infatti che nei contratti di fornitura di energia elettrica, gas e servizio idrico il diritto al corrispettivo si prescriva in due anni, limitandone però l’ambito di applicazione alle sole fatture con scadenza successiva al 1° marzo 2018 per il settore elettrico, al 1° gennaio 2019 per il settore gas e al 1° gennaio 2020 per settore idrico.

In base alle segnalazioni di consumatori e di associazioni di consumatori e alle informazioni acquisite dagli stessi gestori, è emerso che numerose società attive nei servizi idrici non avrebbero applicato in modo corretto la prescrizione biennale. I comportamenti segnalati riguardano il mancato accoglimento delle istanze di prescrizione sui crediti presenti in bolletta e anche l’omessa informativa nelle bollette degli stessi crediti prescrivibili.

Secondo l’Autorità questi comportamenti vanificano gli effetti che la nuova disciplina intende contrastare, ovvero l’emissione tardiva di fatture di conguaglio relative a consumi risalenti ad oltre due anni con importi spesso ingenti. Per questo l’Antitrust è intervenuta.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA/LUCA ZENNARO

Ti potrebbe interessare anche:

Gender gap, ma perché le donne guadagnano meno?
Lo squilibrio è determinato dai percorsi di laurea diversi e dalle politiche …
Pnrr, il Cdm approva il decreto Recovery. Verso l’ok alla manovra
Il Consiglio dei ministri ha dato il via libera anche alla legge …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: