Mar, 26 Ottobre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

“Sarà bella come una stella”: l’oncologia del Sant’Orsola salvata da Lucio Dalla

Organizzata un’asta benefica indirizzata al policlinico bolognese: in vendita le luminarie esposte l’inverno scorso che recano i versi di Futura

Il Policlinico Sant’Orsola dista appena due chilometri da Piazza Cavour, o, come venne definita esattamente mezzo secolo fa dal più grande cantautore bolognese, Piazza Grande.

È giusto, quindi, che lo spirito di Lucio Dalla aleggi su uno dei principali poli sanitari del capoluogo emiliano: le luminarie esposte in via D’Azeglio lo scorso inverno verranno battute all’asta da Sotheby’s il 26 ottobre e la cifra raggiunta, che potrebbe superare i 500 mila euro previsti, sarà messa a disposizione del reparto di oncologia dell’ospedale.

Non è un caso che i versi citati nel sistema di illuminazioni realizzato dall’artista grafico Pablo Echaurren Matta siano quelli di Futura, uno dei brani più emblematici e lungimiranti della sua produzione.

La gara di solidarietà è aperta virtualmente a tutti: il Comune di Bologna, i negozianti di via d’Azeglio e la Fondazione Lucio Dalla hanno invitato gli interessati a prendere parte anche alla cena di beneficenza programmata per la stessa sera, a cui 150 fortunati potranno accedere con un’offerta minima di 100 euro.

La somma accumulata fra asta e cena servirà a dotare l’ospedale di letti elettrici di ultima generazione, di di balconi trasformati in giardini d’inverno e di tende fonoassorbenti.

di: Andrea BOSCO

FOTO: ANSA

LEGGI ANCHE: Qualità della vita, Bologna è la città migliore in cui stare. Crotone la peggiore

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus 600 euro, in arrivo l’indennità per i datori di lavoro
Spetta una tantum a chi ha l'onere della malattia dei lavoratori in …
Pagamento in contanti, cosa cambia nel 2022
Dal 1 gennaio scatta il nuovo limite a mille euro per i …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: