Sab, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Lavoro, come funziona la settimana corta nel mondo

Quattro giorni a parità di salario, la nuova sfida globale

Il mondo del lavoro si sta aggiornando e molti Paesi, dall’Islanda al Giappone, stanno sperimentando nuovi ritmi che prevedono una settimana lavorativa da quattro giorni a parità di salario.

L’esperimento più riuscito per il momento è quello dell’Islanda: tra il 2015 e il 2019 ha ridotto l’orario di lavoro da 40 a 36-35 ore, a retribuzione invariata. Secondo uno studio condotto dal think thank inglese Autonomy, la produttività è rimasta la stessa e in alcuni casi è aumentata. Qual è la formula magica? Taglio dei compiti inutili, riunioni più brevi e assunzione di nuove persone. Tra il 2019 e il 2021 sono stati stipulati nuovi contratti di questo tipo per l’86% dei lavoratori.

Anche il Belgio ha formulato la sua proposta: il Governo di De Croo sta lavorando a una settimana lavorativa da quattro giorno a stipendio invariato ma con un orario più corposo, che non convince i sindacati (leggi qui).

In Spagna la prima azienda a tentare l’avventura è stata Desigual: la settimana lavorativa va dal lunedì al giovedì e si può usare anche lo smart working. Ciò nonostante ci sarà una riduzione del salario del 6,5% circa (ne abbiamo parlato qui).

E in Italia? Secondo l’Ocse nel nostro Paese si lavora molto di più che nel resto d’Europa e non si è pronti a introdurre una settimana lavorativa corta. Non ci sono progetti allo studio.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Smart working: in un anno aumentata la produttività nel 57% delle aziende
Secondo la ricerca il lavoro da casa o ibrido aumenterebbe anche le …
Smart Axistance e-Well: l’app di telemedicina per i dipendenti delle imprese
A lanciare il progetto destinato alle imprese Enel X e il Policlinico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: