Mer, 08 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Russia, la banca centrale alza i tassi al 7,5%: è la sesta volta nel 2021

Sostenuta da questa notizia la valuta russa ha raggiunto il livello più alto da quasi 16 mesi 

Per la sesta volta nel 2021 la Banca centrale russa alza i tassi, aumentandoli di 75 punti base al 7,5%, più del previsto (il mercato si aspettava +50 bps dopo aver aumentato i tassi di 25 bps a settembre). E ha indicato che altri aumenti saranno possibili nel prossimo futuro. L’obiettivo è tenere a freno l’inflazione, la più elevata dall’inizio del 2016, attestandosi ad ottobre al 7,8%.

Di questa notizia giova la valuta russa che ha raggiunto il livello più alto da quasi 16 mesi. Al momento il cambio dollaro/rublo scambia a 70,32 e scende dell’1,10%, ma nell’intraday, subito dopo l’annuncio della Banca centrale russa, è scivolato a 69,8150, il top dal 29 giugno 2020 per il rublo. Mentre il cross euro/rublo passa di mano a 81,7959 (-1,05%), dopo aver toccato 81,2825, il livello più alto da luglio 2020 per la valuta russa.

L’istituto centrale ha rivisto al rialzo le sue previsioni sull’inflazione al 7,4-7,9% quest’anno, ma continua a credere che sia sulla buona strada per tornare al 4-4,5% nel 2022. In più ha aumentato la sua proiezione sui tassi medi per il 2022 al 7,3-8,3% dal 6-7%, inviando un segnale hawkish al mercato.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: REUTERS

Ti potrebbe interessare anche:

Titoli di Stato: Spread Btp-Bund balza a 135 punti
Si teme una stretta della Bce Non solo la Fed, anche la …
Manovra, anche la Cisl scende in piazza il 18 dicembre
Il sindacato ribadisce la sua opposizione allo sciopero generale di Cgil e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: