Sab, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Smart working, tra due anni solo due dipendenti su cinque in presenza

I dati della ricerca Benefit Trends Survey

Secondo una ricerca condotta da Willis Towers Watson su un campione di 155 mila lavoratori, lo smart working è destinato a perdurare. Si prevede, infatti, che tra due anni solo il 42% dei dipendenti lavorerà in presenza, in aumento rispetto alla situazione attuale ma circa la metà del periodo pre Covid.

Nel 2019, prima della pandemia, l’82% dei lavoratori lavorava in ufficio mentre il 12% si alternava e il 6% era fisso in remoto. Oggi le percentuali sono rispettivamente al 31% e al 38%.

Si tratta di un quadro che sta acquisendo contorni di normalità: il 26% delle aziende si aspetta che i dipendenti lavoreranno in alternanza tra luogo di lavoro e lavoro agile e il 33% più da casa che non da ufficio. Il 71% delle aziende progetta di consentire un pieno ritorno in ufficio su base esclusivamente volontaria entro la fine dell’anno. Al contrario il 47% degli intervistati mostra ancora dei dubbi circa la durata dei protocolli anticovid e solo un 10% prevede di fermarli prima del 2022.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Smart working: in un anno aumentata la produttività nel 57% delle aziende
Secondo la ricerca il lavoro da casa o ibrido aumenterebbe anche le …
Smart Axistance e-Well: l’app di telemedicina per i dipendenti delle imprese
A lanciare il progetto destinato alle imprese Enel X e il Policlinico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: