Sab, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Daniel Ek, chi è il fondatore di Spotify

Il primo business a 13 anni e l’intuizione: la semplicità paga

Uno dei segreti del successo è dare una spiegazione semplice a un problema complesso. Lo ha capito bene Daniel Georg Ek, lo svedese fondatore di Spotify, che a 23 anni ha trovato il modo di risolvere uno dei più grandi problemi del periodo: la pirateria musicale.

E lo ha fatto con Spotify: lo streaming on demand musicale che offre un servizio migliore di quello illegale a un costo molto contenuto e ricompensa con accordi di licenza le etichette e gli artisti.

Che Ek fosse un genio, era evidente già dalla più tenera età: a 13 anni iniziò a sviluppare siti web per conto dei clienti e nel giro di poco tempo riuscì a far collaborare al suo business l’intero laboratorio informatico della sua scuola, che in cambio riceveva videogames e console.

Da giovanissimo dimostrò le sue capacità come business man: si occupava di società che poi rivendeva a multinazionali. In poco tempo diventò Ceo di μTorrent collaborando con il fondatore Ludvig Strigeus, che si sarebbe unito a lui poco dopo in Spotify.

A 23 anni era già milionario: la società Spotify AB venne fondata nel 2006 a Stoccolma in collaborazione con Martin Lorentzon e il programma venne distribuito pubblicamente a partire dal 7 novembre 2008. A giugno 2017 Spotify vantava 140 milioni di utenti attivi e nel 2018 arrivò la quotazione in Borsa e la consacrazione sull’altare del successo.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Smart working: in un anno aumentata la produttività nel 57% delle aziende
Secondo la ricerca il lavoro da casa o ibrido aumenterebbe anche le …
Smart Axistance e-Well: l’app di telemedicina per i dipendenti delle imprese
A lanciare il progetto destinato alle imprese Enel X e il Policlinico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: