Sab, 27 Novembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Manovra, braccio di ferro per pensioni e tasse

Salvini e Draghi si fronteggiano su Quota 100

Il Consiglio dei ministri ha approvato il documento programmatico di bilancio che traccia i confini della Manovra 2022, ma alcuni dei nodi principali rimangono terreno di confronto all’interno della maggioranza (leggi qui).

Fonti di Governo fanno sapere che gli 8 miliardi destinati al taglio delle tasse non sono più in discussione, ma il discorso sul tema delle pensioni è più complicato.

Draghi ha escluso un rinnovo di Quota 100 (come visto qui), mentre la Cgil ha bocciato le soluzioni “ponte” come Quota 102 o 104 (lo abbiamo detto qui).

Il leader della Lega Matteo Salvini ha fatto sapere di aver chiesto un incontro a Draghi e di ritenere “un errore” rifinanziare il Reddito di cittadinanza e tagliare le pensioni. «Deve essere garantito il diritto alla pensione dopo una vita di lavoro ai precoci, alle donne, ai lavoratori usuranti, ai dipendenti di piccole e media imprese», ha sottolineato Salvini.

Di parere avverso su Quota 100 il leader di Confindustria Carlo Bonomi (come anticipato qui): «è costata tanto e non ha raggiunto gli obiettivi. Abbiamo 9 sistemi di prepensionamento, ognuno lascia un debito a carico dei giovani e neanche creando nuovi posti di lavoro, è un effetto perverso».

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus antiplastica, tutto quello che c’è da sapere
È un contributo fino a cinque mila euro per agevolare la riduzione …
Asta record per la Guikas Collection, battuta a 40 milioni
Tra le vetture vendute da RM Sotheby's anche la Ferrari 250 GT …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: