Mer, 08 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Ema, al momento nessun legame diretto tra il Covid e la sindrome multisistemica

Pfizer prepara 50 milioni di dosi per l’America in attesa ok della FDA al vaccino ai bimbi tra i cinque e gli 11 anni

Attualmente non ci sono prove sufficienti su un possibile legame tra i vaccini contro il Covid-19 e i pochissimi casi di sindrome infiammatoria multisistemica. Lo ha detto il Comitato per la sicurezza dell’Ema. Si tratta di una rara malattia infiammatoria grave che colpisce molte parti del corpo e i sintomi possono includere stanchezza, febbre grave persistente, diarrea, vomito, mal di testa, dolore toracico e difficoltà respiratorie.

Intanto, in attesa del via libera definitivo al vaccino Pfizer/BioNTech per i bambini tra i cinque e gli 11 anni, le due società hanno annunciato che prevedono di consegnare 50 milioni di dosi in più del loro vaccino agli Stati Uniti entro la fine di aprile. Pfizer e BioNTech hanno affermato di aspettarsi di iniziare a spedire il vaccino immediatamente, in dosi pediatriche da 10 microgrammi, come indicato dal Governo americano.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/ANDREW GOMBERT

Ti potrebbe interessare anche:

Francia, rivista al ribasso la crescita degli occupati nel terzo trimestre
Il mercato del lavoro ha registrato un incremento dello 0,4% degli occupati che si …
Giappone, rivisto al ribasso il Pil: -0,9% nel terzo trimestre a causa del Covid
Il dato è superiore al -0,8% della stima preliminare diffusa a metà …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: