Ven, 03 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Crisi banche, cosa rischiano i piccoli risparmiatori

I rischi connessi alle obbligazioni del Mps che potrebbero perdere valore

Si chiama Burden sharing, ed è l’azzeramento delle obbligazioni subordinate, meno garantite, in caso di completa nazionalizzazione della banca che le ha emesse. È un fenomeno che spaventa i mercati ma che non riguarda i piccoli investitori, nemmeno nel caso del Monte dei Paschi di Siena (leggi qui).

Sul mercato oggi ci sono circa 1,7 miliardi di obbligazioni subordinate emesse dal Mps. «Quello bancario è un settore ormai molto maturo, anche troppo – ha spiegato Salvatore Bragantini a Skytg24, economista – gli istituti di credito oggi, prestando soldi, non riescono a guadagnare abbastanza, quindi si rifanno sulle commissioni, alzandole. E nel farlo, spesso, non fanno l’interesse dei risparmiatori».

Un vero e proprio vicolo stretto in cui si sono infilate le banche. Il timore di un burden sharing ha fatto crollare i quattro bond subordinati emessi da Mps, che hanno ceduto tra il 13% e il 19,4%.

Ma questi bond non sono acquistabili direttamente dai risparmiatori privati perché non sono considerati strumenti di debito tradizionali. Rendono di più e sono molto più rischiosi, di solito hanno una soglia di ingresso minima molto elevata, almeno 100 mila euro e possono essere comprati solo dai fondi e dagli investitori istituzionali.

Pertanto, se anche un risparmiatore possedesse un fondo comune che ha investito anche in questi titoli, il crollo sarà “diluito” dal fatto che i fondi puntano su molti titoli.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Recordati, acquisita la collega inglese Eusa Pharma per 750 milioni
E' focalizzata su malattie oncologiche rare e di nicchia e contribuirà nel …
Tesla, Musk vende altre azioni per oltre $1 miliardo
Dopo il sondaggio su Twitter che ha dato esito positivo ha venduto …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: