Lun, 06 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Lavoro, con il Recovery cresce l’allarme per le posizioni inoccupate

Le imprese hanno difficoltà a trovare impiegati ma aumenta anche la disoccupazione

Il paradosso del lavoro in Italia, soprattutto in alcuni settori, è che le imprese hanno difficoltà a trovare operai e impiegati ma nel contempo il numero di disoccupati aumenta.

Una contraddizione che rischia di peggiorare con il Pnrr: grazie ai soldi ricevuti dall’Europa si potrebbe finanziare la ripresa economica ma se non verranno assunti abbastanza ingegneri, idraulici o informatici, i progetti del Governo potrebbero fermarsi.

Sono molti i settori che preoccupano, primo fra tutti quello ambientale: il Recovery fund ha stanziato per l’ambiente quasi 70 miliardi di euro che dovrebbero portare all’assunzione di 2,4 milioni di persone. Ma di questi, un terzo mancheranno o saranno difficilmente reperibili secondo le previsioni Censis-Confcooperative.

Stesso discorso per le infrastrutture: sono stati stanziati 30 miliardi ma mancherebbero secondo le stime 250 mial fra elettricisti, autotrasportatori, operai specializzati e altre figure specializzate nel settore dell’edilizia.

Secondo l’Istat nel secondo trimestre del 2021 la scarsità di manodopera è risultata più alta di quella registrata prima del covid e sono aumentati i posti vacanti.

Pesa la scarsa formazione ovviamente, ma anche il lavoro in nero e le paghe molto basse in alcuni settori.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA/EPA

Ti potrebbe interessare anche:

Coldiretti/Censis, oltre 6 italiani su 10 sfidano il Covid e tornano a fare acquisti nei negozi fisici
Il fenomeno è trainato soprattutto dall'esperienza dei mercati contadini, indicato dal 73% degli …
Fineco, a novembre raccolta netta a 479 milioni. Da inizio anno raggiunge 9,2 miliardi
Forte crescita del gestito 479 milioni. A tanto ammonta la raccolta netta …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: