Sab, 27 Novembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Nuove reti idriche al Sud: pronto il bando da 313 milioni di euro

L’obiettivo è ridurre gli sprechi e migliorare i servizi forniti ai cittadini di vari Regioni del Meridione

Ridurre la dispersione di acqua nel Mezzogiorno, rendere più efficienti le reti idriche di distribuzione nei territori delle regioni Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia e colmare il divario territoriale in un settore di vitale importanza per i cittadini. Sono questi gli obiettivi del bando da 313 milioni di euro pubblicato dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

Il ministro Enrico Giovannini sostiene che “la riduzione delle perdite idriche nelle reti di distribuzione è una delle principali sfide per il Sud del Paese”, mentre la ministra Mara Carfagna ha affermato che “finalmente c’è la possibilità di iniziare a migliorare la gestione delle risorse idriche al servizio dei cittadini meridionali”

Gli Enti d’ambito delle Regioni interessate dal bando hanno tempo fino al 23 dicembre per presentare progetti volti a migliorare la qualità e la gestione del servizio, anche attraverso l’impiego delle migliori tecnologie digitali per il monitoraggio delle reti e il miglioramento della resilienza.

I fondi arrivano dall’iniezione aggiuntiva di risorse deliberata ad agosto dalla Commissione Europea nell’ambito di React-EU per il Programma Operativo Nazionale Reti e Infrastrutture 2014-2020. Il contributo riconoscibile per ogni proposta ammessa a finanziamento può essere compreso tra 10 e 50 milioni di euro.

Il PNRR mette a disposizione 900 milioni di euro per tale investimento con l’obiettivo di realizzare almeno 25 mila km di nuove reti per la distribuzione dell’acqua potabile e ridurre le perdite idriche, soprattutto nel Mezzogiorno, introducendo sistemi di controllo avanzati e digitalizzati che permettano una gestione ottimale delle risorse, riducendo gli sprechi e limitando le inefficienze.

L’investimento sarà realizzato sotto forma di appalti che dovranno essere definiti entro settembre 2023.

di: Filippo FOLLIERO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus antiplastica, tutto quello che c’è da sapere
È un contributo fino a cinque mila euro per agevolare la riduzione …
Asta record per la Guikas Collection, battuta a 40 milioni
Tra le vetture vendute da RM Sotheby's anche la Ferrari 250 GT …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: