Ven, 03 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Belgio, verso lo stop a palestre e discoteche al chiuso. In Francia green pass per chi arriva dai Paesi a rischio

Nel Paese torna l’obbligo della mascherina nelle scuole elementari. Il Governo britannico estende i richiami agli over 40

Il Belgio si prepara a una stretta per contrastare l’aumento di contagi con nuove raccomandazioni del Comitato tecnico-scientifico al Governo: il ripristino dell’obbligo della mascherina al chiuso dai 9 anni, il ritorno al telelavoro dove possibile, la chiusura per almeno tre settimane delle discoteche e delle attività sportive al chiuso. Secondo l’istituto di sanità pubblica Sciensano, tra il 3 e il 9 novembre, il Paese ha registrato un aumento del 39% dei casi e un rialzo del 21% dei ricoveri sui sette giorni prima. 

Di fronte alla nuova ondata di Covid-19 che sta colpendo diversi Paesi d’Europa la Francia ha deciso di inasprire le condizioni di ingresso per le persone non vaccinate. Le nuove misure sanitarie riguardano in particolare le persone provenienti da Germania, Belgio, Irlanda, Olanda, Austria e Grecia. I viaggiatori con oltre 12 anni di età provenienti da questi Paesi e che non possono dimostrare di essere in regola con la doppia vaccinazione dovranno presentare il risultato di tampone negativo molecolare o antigenico realizzato meno di 24 ore prima della partenza. I bambini di meno di 12 anni non saranno sottoposti a tale obbligo. Esentati anche i lavoratori del trasporto su strada, i frontalieri e più in generale chi si sposta per meno di 24 ore in un raggio di 30 chilometri dal proprio ruolo di residenza.

L’uso della mascherina torna ad essere obbligatorio da oggi nelle scuole elementari della Francia con l’obiettivo di bloccare l’aumento dei contagi. Finora l’uso della mascherina era obbligatorio in 61 dipartimenti francesi ma da oggi la disposizione viene estesa al livello nazionale.

Da oggi il Governo britannico ha esteso i suoi programmi di richiamo dei vaccini contro il Covid-19 a persone più giovani, sperando di evitare una nuova ondata di infezioni durante i mesi invernali più freddi. Il Comitato congiunto per la vaccinazione e l’immunizzazione ha affermato che anche le persone di età compresa tra 40 e 49 anni potranno beneficiare di un richiamo a 6 mesi dall’ultima dose.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/STEPHANIE LECOCQ

Ti potrebbe interessare anche:

Vendita di moto e scooter: a novembre +16% dal 2019
Il dato mensile conferma il trend positivo del 2021 I dati sulle …
Polizza obbligatoria per sciare, Assoutenti: “settimana bianca diventa un salasso”
Le multe per chi è sprovvisto di assicurazione vanno dai 100 ai …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: