Ven, 03 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Il trasporto stradale torna ai livelli pre-Covid

Rimangono indietro gli altri trasporti, dal ferroviario a quelli sui mezzi pubblici

Il trasporto stradale di merci e passeggeri primeggia nel settore della mobilità. Il rapporto dell’Osservatorio sulle tendenze di mobilità elaborato dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims) traccia un punto della situazione sul terzo trimestre del 2021, andando ad aggiornare i dati sull’andamento dei trasporti post-pandemici.

Quanto emerge indica come il trasporto stradale sia tornato ai livelli pre-Covid. In particolare si rileva un lieve calo dei movimenti su strada (-2% rispetto allo stesso periodo del 2019), mentre il traffico autostradale registra un incremento del +3%. In generale, è il traffico dei veicoli privati a recuperare, a fronte invece di un trasporto pubblico locale che registra un “calo della media nazionale pari al 14%“.

Rimangono ancora rallentati rispetto al 2019 anche il trasporto aereo per i passeggeri, inferiore del 40% rispetto al 2019, e quello ferroviario. In questo caso si registrano un calo netto sia quello locale (i treni regionali segnano un -30%) sia quello nazionale che, nonostante il recupero rispetto ai trimestri precedenti, continua a veder ridotto del 50% il numero dei suoi passeggeri.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA/MASSIMO PERCOSSI

Potrebbe interessarti anche:

Immacolata, 10 milioni di italiani in viaggio ma il 92% resterà in Italia
La meta preferita saranno le località d'arte. La spesa si attesterà sui 416 …
Censis, boom di poveri a causa del Covid: +104,8% nel 2020. Ma molti sono ancora negazionisti
Per tre milioni di italiani il Covid non esiste Il Covid ha …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: