Ven, 03 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Bankitalia, il 46,2% delle famiglie spenderà tutto il reddito nei prossimi 12 mesi

Sono a rischio i consumi tipici del Natale. 1/3 delle famiglie è riuscito ad accantonare risparmi dall’inizio della pandemia

Le attese delle famiglie sull’economia italiana sono migliorate rispetto alla scorsa primavera ed è aumentata la propensione a spendere, soprattutto nei comparti più colpiti tra cui alberghi, bar e ristoranti. A dirlo è un report di Bankitalia, secondo cui permane comunque una certa attenzioni alle uscite, soprattutto tra i nuclei meno abbienti.

Dall’indagine è emerso che rispetto alla primavera del 2020 le famiglie che prefigurano un peggioramento sono calate di oltre il 10%. Circa un terzo delle famiglie afferma di essere riuscito ad accantonare qualche risparmio a partire dall’inizio della pandemia; la quota è più ampia per i nuclei il cui capofamiglia è laureato. La percentuale di famiglie che ritiene di riuscire a risparmiare nel prossimo anno è rimasta sostanzialmente stabile, al 44%.

Secondo l’Unione Nazionale Consumatori il report di Bankitalia mette in evidenza come il 46,2% delle famiglie nei prossimi 12 mesi spenderà tutto il reddito annuo senza riuscire a risparmiare nulla, mentre il 9,9% finirà addirittura per indebitarsi. 

Ma i consumi tipici del Natale sono a rischio. «Per il 70,3% delle famiglie la spesa per alimentari, abbigliamento e calzature, beni e servizi per la casa resterà invariata nei prossimi 3 mesi e per il 24,6% addirittura diminuirà. Il che vuol dire che ci sarà un Natale in bianco, gelato sul lato dei consumi, visto che quelle spese sono tipicamente natalizie e solo il 5,1% pensa di aumentarle», ha detto il presidente Massimiliano Dona.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Istat, riviste al rialzo le stime economiche: Pil a +6,3% nel 2021 e +4,7% nel 2022
Gli investimenti ed i consumi sosterranno la ripresa. L'inflazione dovrebbe indebolirsi nella …
Terziario, l’Italia in espansione a novembre. E’ il settimo mese consecutivo di crescita
Il settore cresce anche nell'Eurozona ma non durerà a lungo secondo gli …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: