Lun, 29 Novembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Colao: “soluzioni cloud del 75% della PA entro 2026”

Stima due miliardi di recupero dalla fatturazione elettronica

«Abbiamo due obiettivi fondamentali da raggiungere: il primo è la migrazione verso soluzioni cloud di almeno il 75% delle PA italiane entro il 2026 e il secondo obiettivo riguarda il completamento dell’interoperabilità di tutte le banche dati pubbliche, incluse quelle fiscali che è ancora un po’ macchia di leopardo». Lo ha detto il ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Transizione Digitale, Vittorio Colao in audizione alla Commissione parlamentare di vigilanza sull’anagrafe tributaria.

«Abbiamo un lungo lavoro da fare per incentivare le amministrazioni a investire sul fronte tecnologico, sul fronte della qualità la leva più importante su cui agire è la mancanza di competenze interne alle Pubbliche Amministrazioni, più competenze per avere più innovazione – ha sottolineato il ministro. – Un altro intervento è semplificare il quadro organizzativo, in questo modo possiamo riuscire a rendere fruibili e condivisibili tutte le informazioni fiscali che oggi non è possibile utilizzare».

Non solo. Secondo Colao occorre incentivare l’utilizzo della fatturazione elettronica obbligatoria, grazie alla quale “l’Agenzia delle Entrate e la Guardia di Finanza stimano in due miliardi di euro il recupero al contrasto direttamente riconducibile al miglioramento della sola compliance Iva“. 

«Con questo mix di interventi di semplificazione, razionalizzazione e innovazione vogliamo e possiamo creare un sistema fiscale più efficiente e trasparente», ha concluso.

di: Maria Lucia PANUCCI

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus casa, scatta l’obbligo del visto di conformità
L'Agenzia delle entrate ha risposto ai dubbi sollevati dai cittadini sul nuovo …
Fisco, in scadenza Ires, Irap e Irpef
27 miliardi da versare entro il 30 novembre Entro il 30 novembre …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: