Sab, 04 Dicembre
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Yolo economy, è boom di dimissioni volontarie

+85% rispetto al 2020, si diffonde il trend del “si vive una volta sola”

In Italia nel secondo trimestre del 2021 ci sono state 484 mila dimissioni volontarie, l’85% in più rispetto allo stesso periodo del 2020. A questo ha fatto seguito un picco di aperture di nuove partite Iva.

Cosa è successo? Secondo alcuni studi anche in Italia, come già accaduto negli Stati Uniti, si sta diffondendo la Yolo Economy. Yolo è l’acronimo inglese di You Only Live Once, “si vive una volta sola”: sembrerebbe che, durante il lockdown, i lavoratori si siano resi conto dei benefici che apporta una vita con un worklifebalance migliore e questo abbia influito sulle decisioni prese in seguito.

«È innegabile che i vari lockdown che si sono susseguiti in questi mesi abbiano cambiato l’atteggiamento dei professionisti verso il modo di intendere il lavoro, in particolar modo in quelli con un impiego da dipendenti – ha spiegato Pietro Novelli, Country Manager Italia della recruiting firm Oliver Jamesil risultato è quello che stiamo vedendo in questo periodo con il boom di dimissioni e con la voglia di molti dipendenti di diventare consulenti, per guadagnare autonomia nella gestione del tempo (e anche del luogo) da dedicare al lavoro. Secondo le nostre ricerche questo è dovuto all’assaggio di libertà lavorativa, se così possiamo definirla, che la pandemia ha permesso, prima con il lavoro da casa obbligato e poi con lo sdoganamento dello smartworking, una volta finito il lockdown. Ma non solo: in molti si è sviluppata la consapevolezza che da un giorno all’altro la vita potrebbe essere completamente stravolta, lasciando in eredità una ritrovata importanza dedicata all’equilibrio vita-lavoro. Così, in molti hanno iniziato a valutare di diventare contractor, proprio per avere più libertà di organizzare il proprio tempo, impostando la carriera in modo da avere più tempo da dedicare alla vita privata, ai propri famigliari e agli svaghi».

Secondo Novelli ci sono alcuni elementi che possono influire sulla nuova tendenza dei lavoratori e che dunque le aziende possono mettere in pratica per trattenere i talenti: flessibilità, possibilità di carriera, formazione continua, senza dimenticare un buon piano di welfare aziendale.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Smart working: in un anno aumentata la produttività nel 57% delle aziende
Secondo la ricerca il lavoro da casa o ibrido aumenterebbe anche le …
Smart Axistance e-Well: l’app di telemedicina per i dipendenti delle imprese
A lanciare il progetto destinato alle imprese Enel X e il Policlinico …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: