Ven, 21 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Covid, la pillola Merck perde la sua efficacia: ora è al 30%

Ad ottobre era stata comunicata un’efficacia del 50%. L’analogo farmaco prodotto dalla rivale Pfizer avrebbe un’efficacia ben più elevata, pari al 90%

Altre cattive notizie arrivano dal fronte anti-Covid. Dopo la scoperta di una nuova variante africana, che sta creando il panico in Europa, ora si apprende che la pillola targata Merck è in grado di ridurre il rischio di ospedalizzazione o morte per pazienti con sintomi lievi o moderati del 30%: molto meno di quanto previsto a inizio ottobre, quando le prime evidenze avevano mostrato un’efficacia al 50%.

A comunicare l’aggiornamento è stata la stessa azienda, spiegando che ora sono disponibili i dati di tutti i partecipanti iscritti nel trial (1.433 persone). In questa popolazione il farmaco ha ridotto il rischio di ospedalizzazione o morte dal 9,7% calcolato nel gruppo placebo al 6,8% del gruppo trattato con molnupiravir, per una riduzione assoluta del rischio del 3,0% e una riduzione del rischio relativo del 30%. Sono 9 i decessi che sono stati segnalati nel gruppo placebo, uno invece nel gruppo trattato con molnupiravir.

Queste analisi supplementari sono state condivise con la Fda e saranno presentate al comitato specializzato dell’ente americano il 30 novembre. Il farmaco è già stato autorizzato per l’uso nel Regno Unito, mentre l’Ema sta riesaminando la domanda di autorizzazione per l’immissione in commercio, che dovrebbe avvenire in seguito a un parere scientifico positivo. 

L’analogo farmaco prodotto dalla rivale Pfizer (sviluppato senza il supporto dell’alleata vaccinale Biontech) avrebbe un’efficacia ben più elevata, pari al 90%.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: REUTERS/Brendan McDermid

Ti potrebbe interessare anche:

Quando ritirare la pensione di febbraio
La perequazione all'inflazione sulle pensioni verrà applicata a partire dal trattamento di …
Piazza Affari chiude in calo
Il peggior titolo è Amplifon. Molto male Stellantis ed Unicredit. Continua il …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: