Lun, 24 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Nissan punta sull’elettrico: sul piatto 17,6 miliardi di dollari di investimenti nei prossimi cinque anni

La casa automobilistica giapponese si prepara al lancio di 23 veicoli elettrificati entro il 2030. Entro il 2026 i suoi veicoli puramente elettrici o ibridi contribuiranno a più del 75% del fatturato in Europa

L’elettrico sarà il futuro e Nissan questo lo sa molto bene. Oggi la casa automobilistica giapponese ha annunciato di voler investire due mila miliardi di yen (17,6 miliardi di dollari) nel corso dei prossimi cinque anni per accelerare la transizione all’elettrico.

Al centro della sua strategia di lungo termine Ambition 2030 c’è il lancio di 23 veicoli elettrificati, inclusi 15 veicoli completamente elettrici, e l’eliminazione dell’utilizzo del cobalto, riducendo i costi delle batterie agli ioni di litio del 65% entro i prossimi 8 anni.

L’obiettivo è di tenere testa ai rivali in una delle aree a più rapida crescita dell’industria automobilistica. Sebbene sia ancora solo una piccola fetta dei veicoli in circolazione, le immatricolazioni globali di auto elettriche nel 2020 sono cresciute del 41%, anche se il mercato automotive totale si è contratto di quasi un sesto, secondo l’Agenzia internazionale per l’energia. Al vertice sul clima delle Nazioni Unite a Glasgow questo mese poi i principali produttori di automobili, tra cui General Motors e Ford, hanno firmato una dichiarazione che li impegna a eliminare gradualmente i veicoli a combustibili fossili entro il 2040.

E non è tutto. Nissan prevede di introdurre entro marzo 2029 proprie batterie completamente allo stato solido, una soluzione di alimentazione dei veicoli Ev potenzialmente rivoluzionaria, il cui investimento ammonta ad oltre un miliardo di dollari. Questi alimentatori sono attraenti per le aziende automobilistiche perché sono più densi di energia e meno inclini a prendere fuoco rispetto agli alimentatori liquidi agli ioni di litio. Tuttavia, questo tipo di batterie è soggetto a fessurazioni e attualmente è più costoso da produrre. Nissan ha affermato che il suo obiettivo è quello di ridurre il costo delle batterie allo stato solido a 75 dollari per kilowattora nel 2028 e ulteriormente a 65 dollari per kilowattora in futuro per renderle competitive con i veicoli a benzina. «Aumenteremo i nostri sforzi per democratizzare l’elettrificazione», ha dichiarato il ceo di Nissan, Makoto Uchida.

Entro il 2026 Nissan prevede che i suoi veicoli puramente elettrici o ibridi contribuiranno a più del 75% del fatturato in Europa. La quota sarà pari al 55% in Giappone alla stessa data e al 40% in Cina. Negli Stati Uniti la casa nipponica punta al 40% di vendite entro il 2030. 

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Industria del legno, contratti in aumento di 40,66 euro
È stato sottoscritto l'accordo per il rinnovo Federlegno e Feneal, Filca e …
Accusata di corruzione la regina della sigaretta elettronica cinese
Ha un patrimonio di 7,6 miliardi di dollari Chu Lan Yiu, una …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: