Mer, 19 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Natale, il 24,6% degli italiani chiederà un prestito

Le feste sono uno dei momenti di maggior impatto per i consumi

Secondo quanto emerso da un’indagine condotta da Younited Italia, fintech e gestore di una piattaforma digitale di credito al consumo, gli italiani che chiederanno un prestito per sostenere le spese di Natale sono il 24,6%, ovvero il quintuplo rispetto all’anno scorso.

Le feste sono uno dei periodi di maggio rimpatto sul portafoglio degli italiani. Nel campione di 1.100 intervistati, il 41,8% ha dichiarato di prevedere una spesa tra 200 e 500 euro per regali e attività legate al Natale, tra cui pranzi, cene e viaggi; il 25,2% prevede di spendere tra 100 e 200 euro, il 23,8% tra 500 e mille euro e solo il 9,3% oltre i mille euro.

Chiedere un prestito per le festività ha alcuni vantaggi, secondo gli intervistati: il 27,9% ha affermato che permette di ottenere liquidità immediata; il 24,8% di realizzare un progetto o un desiderio in tempi rapidi; il 24,3% di dilazionare il pagamento.

Per quanto riguarda le voci di spesa, i regali soprattutto, i destinatari rimangono i familiari che coprono il 96% della spesa; amici e amiche il 28,7%, il partner per il 24,2%, e colleghi e colleghe per il 7,2%.

Gli acquisti natalizi saranno perlopiù abbigliamento, che prenderà una fetta del 55,3%, seguito da alimentari al 32,3% e cosmetici e profumi al 30,7%. Seguono i libri al 28% ed elettrodomestici e tv al 17,2%. Oltre la top five ci sono buoni regalo, 17%; gioielli e accessori 15%; smartphone e pc 13,8%; videogiochi 9,1%.

Il 23,8% degli italiani sta acquistando i regali di Natale con un mese di anticipo per evitare disagi dovuti a ritardi di consegne o sovraffollamento nei negozi; il 33% li comprerà due settimane prima. Il 21,8% al contrario li comprerà la settimana prima di Natale e il 21,5% la settimana stessa.

Il covid ha influito pesantemente sugli acquisti per le feste: il 42,3% degli intervistati ha dichiarato che la propria situazione personale nel 2021 influirà negativamente su quanto spenderà rispetto agli anni precedenti, con solo il 12,5% che ha affermato che influirà positivamente. Inoltre, il 68,9% ha dichiarato che spenderà di meno rispetto agli anni passati, contro il 31,1% che invece crede di spendere di più.

di: Micaela FERRARO

FOTO: ANSA

Ti potrebbe interessare anche:

Bonus casalinghe 2022, tutto quello che c’è da sapere
Entro il 31 marzo dovranno essere presentati i progetti per il bando …
Quanto vale la Supercoppa italiana?
Quest'anno se la giocano Inter e Juve, che hanno vinto rispettivamente  la …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: