Lun, 17 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Disability card: cos’è e a chi spetta

La carta porterà con sé semplificazioni ma anche sconti e benefici

Per gli invalidi civili è in arrivo la Disability card. Una sorta di documento d’identità attraverso il quale i titolari dell’invalidità civile potranno attestare con più facilità la propria condizione. Il Qr code della card andrà quindi a sostituire il verbale Inps solitamente richiesto. Vediamo vantaggi e benefici di questa carta disabilità.

Avrà diritto alla card chiunque sia stato riconosciuto dalla commissione Inps come invalido civile a causa di menomazioni o di un deficit fisico, psichico o intellettivo, oltre che vista o dell’udito, a patto che l’invalidità sia attestata fra il 67% e il 100%. Secondo l’Inps, una platea di beneficiari che in Italia conta almeno quattro milioni di persone.

A partire da febbraio 2022 sarà possibile richiedere la Disability card direttamente all’Inps, probabilmente con le procedure semplificate online già da tempo in sperimentazione (per ulteriori dettagli si attendono future indicazioni dell’Ente) e quindi mediante le proprie credenziali Spid, Cie o Cns. Il documento avrà validità decennale, rinnovabile o annullabile nel caso in cui venga revocata l’invalidità; essendo dotato di foto, sarà riconosciuto anche come documento di d’identità.

Oltre a facilitare il processo di dimostrazione della propria condizione di invalidità, la card porterà con sé altri vantaggi per i suoi titolari. In primis, una convenzione con il ministero della Cultura per rendere i musei pubblici gratuiti ai suoi possessori. Sono poi al vaglio anche convenzioni con altri enti e privati per avere accesso a sconti speciali e offerte.

Il progetto della Disability card rientra in un più ampio piano del ministro per le Disabilità Erika Stefani, che comprende anche “priorità vaccinale, l’accesso alle zone a traffico limitato, nuove risorse per progetti di inclusione, la sosta gratuita negli stalli blu e ora anche la legge delega sulle disabilità per mettere al centro il progetto di vita personalizzato e partecipato“.

di: Marianna MANCINI

FOTO: ANSA

Potrebbe interessarti anche:

Indennità di disoccupazione per gli autonomi dello spettacolo, come richiederla
La tutela introdotta dall'Inps, denominata Alas, consiste in un contributo pari al …
Cassa integrazione, che cosa cambia?
Ampliamento della platea e abbassamento del requisito di anzianità sono fra le …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: