Mar, 25 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Salario minimo, parte l’iter negoziale. Ok dal Consiglio Ue

Orlando: “primo cruciale passo”

Arriva il via libera del Consiglio Ue all’avvio dei negoziati per l’introduzione del salario minimo europeo. L’ok alla proposta della Commissione è arrivato dalla riunione dei ministri europei per il Lavoro e le Politiche Sociale e segna l’inizio formale dell’iter negoziale con l’Europarlamento.

«Non possiamo accettare che persone che mettono tutta la loro energia per il lavoro non possano permettersi standard dignitosi di vita. Questa legge sarà un grande passo per un equa retribuzione», ha detto Janez Cigler Kralj, ministro del Lavoro della Slovenia, presidente di turno del Consiglio Ue.

Il ministro del Lavoro, Andrea Orlando parla di “un primo passo cruciale“. «Oggi – ha detto- avviamo un processo che pone le basi per affrontare a livello nazionale un problema comune e transnazionale. C’è una questione salariale, aggravata della pandemia, che attraversa trasversalmente tutti gli Stati membri. Credo fermamente che la Direttiva in discussione ponga le basi metodologiche corrette per orientare gli Stati membri nell’affrontarla. Un punto che sta particolarmente a cuore al governo italiano è quello della promozione della contrattazione collettiva. Su tale aspetto la Direttiva riconosce le specificità, le prerogative, i principi e i valori costituzionali degli Stati Membri».

In Italia, secondo Orlando, “la questione salariale è aggravata dalla proliferazione dei cosiddetti contratti collettivi pirata che da fattore residuale è divenuto fenomeno largamente diffuso con effetti rilevanti sul nostro sistema di relazioni industriali in cui si annidano pratiche che sono eticamente e giuridicamente inaccettabili“.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/JOHANNA GERON / POOL

Ti potrebbe interessare anche:

Piazza Affari risolleva la testa e chiude con il segno più
Giù Leonardo e Diasorin. Bene le banche Piazza Affari chiude con il …
Confesercenti lancia l’alert: “l’instabilità politica potrebbe costare 0,2 punti di Pil”
Il nuovo volto del Quirinale deve rilanciare la fiducia di famiglie e …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: