Ven, 21 Gennaio
/

Business24 La TV del Lavoro

Il business è POP!

Dazn nelle mani di Amazon? Il dossier tenta Bezos

Secondo indiscrezioni il colosso dell’e-commerce ci starebbe ragionando e potrebbe allargare l’offerta dello streaming sportivo, slegando però il servizio dal pacchetto Prime

Amazon compra Dazn? Secondo quanto riporta Milano Finanza il dossier è arrivato sul tavolo di Jeff Bezos che starerebbero ragionando sull’opportunità di avanzare un’offerta per la piattaforma del magnate Pen Blavatnik, soprattutto dopo l’apertura del co-Ceo di Dazn, James Rushton, su possibili novità nell’asset della società: «Alle giuste condizioni – aveva detto lo scorso aprile – nei prossimi anni potremmo guardare al mercato dei capitali pubblici o privati». Parole che hanno suscitato le ipotesi più diverse: dalla quotazione a Wall Street alla fusione con una spac fino all’ingresso di un investitore strategico. Così il dossier Dazn è arrivato anche sul tavolo di Amazon, che da circa un mese sta ragionando sull’operazione.

Amazon non avrebbe certo problemi di liquidità per procedere all’acquisto. E in più darebbe un’ulteriore spinta al già vivo interesse per lo streaming sportivo. Già oggi, gli utenti del servizio Prime video possono assistere alle partite di Premier league nel Regno Unito, della Champions League in Italia, senza dimenticare l’investimento da un miliardo all’anno negli Stati Uniti per aggiudicarsi i diritti della Thursday night dell’Nfl. L’acquisto di Dazn potrebbe accelerare i tempi dell’operazione di conquista dello sport in streaming in Europa, considerando l’impossibilità di fatto di acquisire in altri modi i diritti televisivi per i top campionati fino al 2024 (la Serie A in Italia) o al 2025 (la Bundesliga in Germania). 

Tuttavia, restano le difficoltà della monetizzazione con lo streaming, come dimostrato anche in Italia dai problemi tra Dazn e Tim. Ma Amazon potrebbe anche “sganciare” la sua offerta sportiva dalle proposte per i consumatori, evitando rincari per l’abbonamento classico all’e-commerce.

Staremo a vedere, fatto sta che la formalizzazione dell’interesse non è ancora avvenuta e non è detto che avvenga.

di: Maria Lucia PANUCCI

FOTO: EPA/MICHAEL REYNOLDS

Ti potrebbe interessare anche:

Data breach, il furto di dati personali in Ue cresce dell’8%
Solo in Italia nell'ultimo anno gli attacchi informatici ransomware sono aumentati dell'81% …
GDO: il comparto dei sughi fra rialzi e tendenze
Nel 2021 il settore ha visto incrementare i propri volumi e, contemporaneamente, …

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: